La lettera

HomeMagazineTerritorio

Lettera aperta dalla Spiaggia di Mondello

Balarm
La redazione
  • 3 marzo 2004

"Caro Sindaco Cammarata, ti voglio ringraziare. Dopo tanti anni mi hai tolto un peso che mi opprimeva tanto. Adesso sono libera di essere ammirata da tutti, eppure mi vergogno. E non perché mi sento nuda, ma perché sono sporca. Prima, almeno, non si vedeva bene, ma adesso tutti possono ammirare cartacce, sacchetti, bottiglie ed anche escrementi, che i tuoi concittadini regolarmente, da sempre, mi depositano addosso. Appena spunta il primo sole primaverile, io rabbrividisco nell'attesa dell'ennesimo atto d'inciviltà, senza che nessun vigile urbano intervenga.
Anche perché, i vigili urbani sono gli unici palermitani che non mi frequentano. Caro Sindaco, mi hai liberato dalla cancellata e ti ringrazio. Adesso liberami dai palermitani. Quelli maleducati. Sempre tua, La Spiaggia di Mondello".

Giorgio Sbacchi - Palermo
g.sbacchi@inwind.it




ARTICOLI RECENTI