LA VIDEO ISTALLAZIONE

HomeMagazineCulturaArte

“P.C./A.C. Palermo change”: scultura, disegno, fotografia e video

Interventi multimediali, alcuni dei quali inediti, che coinvolgono vari linguaggi, dal video all’installazione site-specific, dalla scultura al disegno e alla fotografia

  • 28 agosto 2004

A coronamento di un’estate cittadina per fortuna non troppo stagnante dal punto di vista culturale – tra teatro, cinema, alcune, non tante, mostre, musei aperti e giri notturni per il centro storico – sbarca a Palermo una nutrita compagine di artisti italiani e internazionali, ben ventisei, in occasione della tre giorni “P.C./A.C. Palermo change”, la video-esposizione in programma da domenica 29 agosto, ore 21.30, a martedì 31 nell’ex deposito delle locomotive di Sant’Erasmo (in via Messina Marine, visitabile dalle ore 21.30 alle 24), nell’ambito della rassegna estiva comunale “Kals’art”. Nel corso delle tre serate-evento, ideate e organizzate dalla galleria romana Autori Cambi, impegnata stavolta in una iniziativa out door, sono previsti interventi multimediali, alcuni dei quali inediti, che coinvolgono vari linguaggi, dal video all’installazione site-specific, dalla scultura al disegno e alla fotografia, da parte degli artisti selezionati dai tre curatori Matteo Boetti, Laura Garbarino e Giuliana Stella, responsabili, rispettivamente, delle tre sezioni in cui verrà articolata la mostra.



Lungo l’elenco dei nomi, che comprende personaggi storicizzati come Enzo Cucchi, uno dei protagonisti della Transavanguardia italiana, ‘ospite d’onore’ della manifestazione, ma anche una serie di artisti più giovani ma più o meno  noti nell’attuale panorama dell’arte contemporanea italiana e straniera. Per la sezione Voyage, incentrata sul tema del percorso, del viaggio fisico e mentale, del ricordo, della memoria o dell’attraversamento, Laura Garbarino ha scelto i video di Marzia Migliora, Margherita Morgantin, Meris Angioletti e Angelo Boriolo, Ene-Liis Semper, Zilla Leutenegger e Marinella Senatore. Troviamo gli artisti storici della scuderia della galleria Autori Cambi al centro della sezione curata da Matteo Boetti, figlio, non possiamo non dirlo, del geniale artista Alighiero Boetti, uno dei protagonisti della corrente dell’Arte Povera e, più in generale, dell’arte italiana dagli anni Sessanta in poi: sono il pittore Gioacchino Pontrelli, Marco Papa, Gina Tornatore, Luca Buvoli Emanuele Costanzo, Marina Fulgeri, Simone Racheli, e poi Marco Samorè, la coppia di artiste goldiechiari, Giuseppe Pietroniro, Kristine Alksne, Sandrine Nicoletta.

Due i palermitani di questa sezione, Alessandro Bazan e Francesco Simeti, artisti molto noti ben oltre i confini dell’isola: il primo realizza pitture forti, dense, dai toni spesso aspri, con storie sadiche e pulp, il secondo, invece, è celebre per i suoi wallpaper, carte da parati apparentemente decorative, che svelano, a uno sguardo più attento, immagini tratte dal mondo contemporaneo, specialmente dall’iconografia della guerra. Palermitano è pure uno degli artisti della terza sezione video a cura di Giuliana Stella, Domenico Mangano, presente con il lavoro Pizzosella, incentrato su una presa d’atto cruda ma poetica al tempo stesso della città. Insieme a lui Thorsten Kirchhoff, Francesco Carone, Emanuele Costanzo e Global Groove. Le serate si concluderanno con le performance musicali delle band Daniele Tittarelli Trio (Roma) e King Tongue (Milano).

ARTICOLI RECENTI