LIBRI

HomeMagazineCulturaLibri

Premio Poesia Città di Marineo: i nomi

Balarm
La redazione
  • 12 settembre 2005

Sono stati l’attore catanese Tuccio Musumeci e il maestro liutaio russo Valery Prilipko i protagonisti della trentunesima edizione del Premio Internazionale di Poesia Città di Marineo. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti si è svolta domenica 11 settembre al Castello Beccadelli di Marineo (Palermo). Il prestigioso appuntamento culturale è stato organizzato dalle Fondazioni Culturali “Gioacchino Arnone”, con il sostegno della Provincia regionale di Palermo ed è stato inserito nel programma di “Provincia in Festa”. Anche quest’anno la giuria ha premiato due personalità di grande spessore culturale e sociale, in linea con la tradizione della manifestazione che nel corso del suo lungo cammino ha sempre posto in primo piano la Poesia in lingua italiana e in lingua siciliana, con opere edite e inedite premiate dallo stesso palco su cui si sono avvicendati nomi noti della letteratura, della scienza, della musica, dell’impegno sociale e della poesia.

Ecco l’elenco completo dei premiati: XXXI Premio Internazionale - “Citta’ Di Marineo” a Tuccio Musumeci; Premio Speciale della Giuria al maestro liutaio, Valery Prilipko; Sezione inediti in lingua siciliana: 1° Premio a Michela Rinaudo La Mattina, con la lirica “La Vucciria”, 2° Premio a Giorgio Li Vigni con la lirica “Si fussi mari”, 3° Premio ex aequo a Giuseppe Bagnasco, con la lirica “L’urtimu figghiu” e Carlo Trovato, con la lirica “Dilemma”. Segnalati Calogero Di Giuseppe, con la lirica “Cunta li stiddi Totò”, Domenico Alvise, con la lirica “Comu st’arbulu siccu ca si leva” e Nina Giardinieri, con la lirica “A rima”. Sezione opere “edite” in lingua siciliana: 1° Premio a Giuseppe Cavarra, con la raccolta “Carusanza”, 2° Premio a Giovanni Mannino, con la raccolta “Pinzeri ‘nta la carta”. Segnalato Giovanni Grasso, con la raccolta “La matri di la matri”. Sezione opere “edite” in lingua italiana: 1° Premio ex aequo a Gianni Rescigno, con la raccolta “Come la terra il mare” e Gian Citton, con la raccolta “Indovinare il mare”, 2° Premio a Michele Obit, con la raccolta “Mardeisargassi” 3° Premio ex aequo a Saragei Antonini, con la raccolta “ L’inverno apre un ombrello in casa” e Filippo Giordano, con la raccolta “Il sale della terra”. Segnalati Alessandro Di Prima, con la raccolta “Atlante del padre”, Serena Dal Borgo, con la raccolta “Con pelle d’ardesia”, Angelo Ferrante, con la raccolta “Lessico privato”, Dora Coco, con la raccolta “L’odore cupo delle viole” e Rosalba Anzalone, con la raccolta “Ritmi e assonanze”.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI