TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Un viaggio nell’universo di Rilke

  • 16 gennaio 2007

L’anno appena trascorso ha chiuso con sé le celebrazioni per l’ottantesimo anniversario della morte del poeta di lingua tedesca Rainer Maria Rilke (1875-1926), ma Palermo, dopo aver già ospitato lo scorso dicembre uno spettacolo tratto da una sua opera (“Il canto d'amore e di morte dell'Alfiere” messo in scena al teatro Libero) si prepara ancora ad un altro appuntamento dedicato all’autore: “L’altro viaggio di Rainer Maria Rilke fatto possibilmente di noccioli di parole…”. Lo spettacolo andrà in scena giovedì 18 gennaio, alle ore 21, alla Chiesa di San Mattia, ex convento dei Crociferi, in via Torremuzza 20. Si tratta di uno spettacolo teatrale di e con Massimiliano Finazzer Flory con la partecipazione di Galatea Ranzi, con accompagnamento musicale e con le immagini delle sculture di Auguste Rodin e delle opere pittoriche di Paul Cézanne, atto unico in cinque circostanze, in 70’.

In tre scene si raccontano i momenti salienti della biografia di Rainer Maria Rilke, le esperienze al cuore della sua scrittura, dove irrompono vita e morte, parola e poesia. La voce narrante di Massimiliano Finazzer Flory, interpreterà frammenti e poesie rilkiani, ricomposte in un’originale antologia: dai Quaderni di Malte Laurids Brigge a Lettere a un giovane poeta, ma anche il celebre Orfeo, Euridice, Hermes. A questo si accosterà la lettura teatrale dei testi destinati alle figure femminili più importanti nel vissuto e nell’immaginario del poeta, con l’interpretazione di Galatea Ranzi, una tra le più affermate attrici del teatro e cinema italiano. Tra i testi che verranno letti dalla Ranzi, figurano l’Alcesti, la Nona delle Elegie Duinesi e due delle stupende lettere di Rilke alla moglie Clara Westhoff. Lo spettacolo godrà di un accompagnamento musicale che sottolinea il ritmo del pensiero, mentre, come già detto, sullo sfondo saranno proiettate immagini di opere di Auguste Rodin e Paul Cézanne, artisti che ebbero una straordinaria influenza su Rilke.

Adv
«L’altro viaggio di Rainer Maria Rilke è fatto possibilmente di noccioli di parole: non porta in scena sentimenti, ma esperienze in cui la parola è luogo, incontro. È un viaggio verso un luogo d’origine che non è quello della nascita». Così Massimiliano Finazzer Flory, intellettuale impegnato in più campi, presenta questo spettacolo in cui si raccontano le esperienze al cuore della scrittura rilkiana, pregnanti di vita e morte, parola e poesia. Va detto, inoltre, che sul tema della parola, intesa come luogo di ricerca e conoscenza filosofica, Flory, saggista, editorialista e curatore di rassegne culturali, si era già soffermato. Nel 2005 e 2006 ha, infatti, ideato e condotto, al teatro Eliseo di Roma, gli incontri de "La parola contesa tra filosofia e scienza", manifestazione con grandi interpreti della cultura scientifica e filosofica contemporanea, che ha fatto registrare una presenza straordinaria di pubblico e grande successo di critica. Lo spettacolo che offre ora al pubblico, si preannuncia poetico e intrigante. La tournée ha già registrato il tutto esaurito in ciascuna data: Sabbioneta, Milano, Roma, Venezia. Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il numero 349.0908883.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI