CULTURA

HomeMagazineCulturaArte

Porto Empedocle omaggia Andrea Camilleri: per le strade arrivano le "Panchine Libro"

La città che gli ha dato i natali ha dato il via libera per la realizzazione di installazioni artistiche che onorano lo scrittore siciliano a un anno dalla sua scomparsa

Rosa Guttilla
Giornalista
  • 3 agosto 2020

Lo scrittore Andrea Camilleri

A un anno dalla scomparsa del maestro Andrea Camilleri - l'ultimo grande scrittore siciliano che con i suoi libri ha esportato la Sicilia nel mondo - il Comune di Porto Empedocle (che gli ha dato i natali) ha dato il benestare per la realizzazione di installazioni artistiche che onorano e promuovono lo scrittore.

L'operazione consiste nella realizzazione di sei panchine libro ed è volta ad «incentivare un turismo interessato non solo alle tradizioni folkloristiche del paese e alla sua ricchezza creativa, ma anche ad itinerari letterari per riscoprire genti, luoghi e paesaggi raccontati dallo scrittore Andrea Camilleri proprio nella sua città natale».

Il progetto guida "Panchine Libro" è frutto di una donazione di parte degli emolumenti dei portavoce di politici siciliani che hanno voluto investire nell'ottica di «incrementare ed integrare le bellezze rispettando l’ambiente e seguendo un approccio integrato basato sulla pertinenza, la qualità dei materiali e le risorse utilizzate per una perfetta eco-struttura urbanistica».

Se è vero, come crediamo, che la cultura e con essa l'arte in generale, contribuiscano sempre alla crescita della collettività la figura di Andrea Camilleri, che ha dimostrato di avere un seguito di pubblico assolutamente trasversale arrivando anche e soprattutto ai giovani, pur da lontano, metaforicamente, continua a lasciare traccia di un patrimonio umano e culturale che difficilmente troverà un esempio di pari portata.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI