PERSONAGGI

HomeMagazineTurismo

Rocco Forte compra Villa Igiea per 25 milioni di euro: "il lusso che mancava" a Palermo

Sir Rocco Forte, rinato dalle ceneri dell'impero alberghiero del padre, investe di nuovo in Sicilia ma "servono iter burocratici più snelli" perché in Italia si viva davvero di turismo

Balarm
La redazione
  • 6 novembre 2018

Villa Igiea a Palermo

I complessi immobiliari e aziendali di Amt Real Estate Spa e di Acqua Marcia Turismo erano in liquidazione: Villa Igiea è stata acquistata da (niente meno che) dal gruppo Rocco Forte che possiede già il Verdura Resort, sempre in Sicilia.

Restano il Grand Hotel ed des Palmes di via Roma che è invece ormai della società Algebris di Davide Serra, L’Excelsior che è stato aggiudicato alla famiglia Giotti di Firenze e l’hotel Mercure Excelsior Catania, altra struttura del complesso alberghiero, la cui valutazione è invece ancora in fase di procedura.

Ma torniamo a Rocco Forte: la sua società ha speso 25 milioni e mezzo di euro per aggiudicarsi l'antica residenza dei Florio ("solo" 12 milioni valeva invece Grand Hotel et des Palmes) e Rocco è l'erede, 72enne, di una storia di migrazione e successo.

Il padre di Rocco, Carmine Forte, nato nel 1908, ha lasciato Frosinone per l'Inghiltera dove investimento dopo investimento ha fondato un impero alberghiero noto in tutto il mondo: Carmine però non ha mai dimenticato il suo Paese dove è tornato almeno una volta l'anno.

Con il nome cambiato in "Charles" nel 1981 viene nominato barone e membro della Camera dei Lord da Margaret Thatcher e alla sua morte nel 2007, da quasi centenario, lascia le chiavi di comando al figlio Rocco.

Ma Rocco non ha avuto tutto servito: la gavetta gli è stata imposta da quando aveva 15 anni e, inoltre, un'acquisizione dopo la morte del padre lo ha costetto a ricominciare da zero, costruendo un nuovo e più piccolo gruppo.

Con undici strutture da sogno sparse per il Belpaese Sir Rocco Forte ha le idee chiare sulle potenzialità dell'Italia ma anche degli intoppi.

«L’Italia ha un potenziale enorme ma deve favorire di più gli investimenti nel turismo, servono più certezze e iter burocratici più snelli per cogliere tutte le opportunità» ha detto Rocco Forte al Sole24Ore.

"Il lusso che mancava" lo aveva detto sempre lui, durante un'intervista. Forte aveva detto che vorrebbe arrivare a possedere 25 strutture alberghiere in Italia nell’arco di 4 o 5 anni «guardando con estrema attenzione al Sud».

Speriamo sia l'inizio di una nuova stagione turistica, fruttuosa e che veda Palermo preparata all'accoglienza.

articoli recenti