INIZIATIVE

HomeMagazineSalute

Rughe e vecchie streghe lasciatele a Battisti: a Palermo i consigli "antiage" sono gratis

Oltre 600 farmacie in tutta Italia aprono le porte (fino al 14 aprile) per dare gratuitamente consigli sull'invecchiamento della pelle: vediamo chi lo fa Palermo

Balarm
La redazione
  • 2 aprile 2019

L’iniziativa è nazionale ed è in programma dal primo al 14 aprile: è pensata per aiutare i cittadini a individuare il percorso più adatto per prevenire e rallentare i segni del tempo (le rughe, le macchie, ecc).

Sono ben 600 le farmacie specializzate che si occupano della materia, l’antiaging, e otto di queste sono a Palermo e dintorni.

Farmacia Ausonia - via Ausonia, 101, Caronna - via Porta Guccia, 9, Rizzo - piazza Mondello, 53, Saladino - via Principe di Belmonte, 110, Viola - viale delle Alpi, 85/A, Viola - via Regina Margherita, 8 - Cinisi, Cassisi - piazza Umberto I, 4 - Polizzi Generosa e Candioto - via G. Marconi, 6/L.

I farmacisti sono quindi a disposizione delle persone per fornire delle risposte concrete, affidabili e su misura a questa esigenza molto sentita, offrendo anche dei focus specifici su tematiche come il legame tra invecchiamento ed esposizione al sole.

«Sono numerosi i fattori che contribuiscono alla comparsa dei segni dell’invecchiamento: non solo l’inevitabile trascorrere degli anni, ma anche l’inquinamento, la fotoesposizione, lo stile di vita, l’alimentazione scorretta e molto altro ancora».

A parlare è Paolo Borgarelli, amministratore nazionale delle farmacie specializzate. «I segni dell’invecchiamento si manifestano in modi differenti e con un’entità diversa da individuo a individuo: rughe d’espressione più o meno profonde, macchie cutanee, assottigliamento della pelle, perdita di tonicità, ma anche diradamento e perdita della lucidità dei capelli».

«Ecco perché - commenta - è importante ricevere dei consigli personalizzati. Il fenomeno del foto invecchiamento è dovuto principalmente all’effetto dei raggi solari - conclude - che penetrando negli strati più profondi della pelle, causano una iperproduzione di radicali liberi. Questo attiva la degradazione delle principali strutture della pelle: collagene ed elastina».

articoli recenti