AMBIENTE

HomeNewsAttualitàAmbiente

Sono i più freddi dell'anno, anzi no: cosa succede se i Giorni della Merla sono caldi

Non ci sono più neanche le mezze stagioni. Lunedì 29 gennaio dovrebbero iniziare i tre giorni più gelidi dell'inverno ma quest'anno le cose vanno diversamente

Balarm
La redazione
  • 29 gennaio 2024

Palermo al Foro Italico

Altro che non ci sono più le mezze stagioni, adesso possiamo dire che non ci sono più proprio le stagioni. Non esageriamo nel dirlo se consideriamo che anche i Giorni della Merla quest'anno sono caldi.

Gli ultimi tre giorni di gennaio - 29, 30 e 31 -, tradizionalmente i più freddi dell'anno, stavolta invece saranno addirittura tra i più miti. (In un nostro articolo un approfondimento sull'origine del nome).

A "sconvolgere" i piani di stagione è Zeus (nome non casuale visti i poteri), l'anticiclone sub tropicale che ha fatto aumentare le temperature portandole ben oltre le medie stagionali. Basta ricordare che nei giorni scorsi Paesi come Spagna e Francia hanno addirittura sfiorato i 30 gradi... Temperature anomale che neanche in estate.

Così anche in Sicilia il periodo più gelido dell'anno registra temperature sopra la media, di almeno di 5-7 gradi, tanto che sono previste nelle prossime ore punte di 15-16 gradi. Clima mite insomma e cieli sereni.
Adv
«Ormai anche i profani conoscono le conseguenze dell'arrivo di un anticiclone sub tropicale sull'Italia nel bel mezzo della stagione invernale - spiega il sito 3BMeteo - Si sa che anche se la massa d'aria è molto calda, l'umidità accumulata nei bassi strati può mantenere il suolo freddo e determinare oltre alle foschie e le nebbie (assieme agli inquinanti) anche delle coperture basse del cielo, soprattutto sulle zone pianeggianti interne e nelle valli.

L'anomalia termica maggiore si verifica in quota - si legge ancora -, sui colli e sui monti e che a causa delle inversioni si può arrivare al paradosso che in montagna possa far meno freddo che in pianura.

Sono cose che conosciamo molto bene perché sebbene fino a una trentina di anni fa, certe situazioni fossero rare, ormai col cambiamento climatico questa è la nuova "normalità" con cui dobbiamo fare i conti».

Questo significa che l'inverno è finito? Non proprio, anzi. I meteorologi non escludono che possano esserci improvvise ondate di freddo e gelo nelle settimane successive. D'altronde tutti sanno che quando i Giorni della Merla sono caldi la primavera arriva in ritardo ed è meno mite.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI