INIZIATIVE

HomeMagazineLifestyle

Un gigantesco Natale a Palermo: arriva dal profondo nord un pino alto tredici metri

È come quello dell'anno scorso in Vaticano ed è un regalo da parte di un privato che allieta cittadini e turisti: l'albero di Natale andrà in piazza Castelnuovo

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 7 dicembre 2018

L'albero di Natale da 13 metri in Vaticano è come quello che sta arrivando a Palermo

Un improbabile fil rouge lega il profondo nord col profondo sud d'Italia: è grazie a un imprenditore e organizzatore di eventi palermitano (parecchio appassionato di sport) che Palermo quest'anno avrà un imponente albero di Natale (è alto 13 metri) che arriva direttamente dal Trentino Alto Adige.

Vi starete chiedendo ma com'è possibile che un organizzatore di eventi riesca a regalare al Comune di Palermo un albero di 13 metri?

Presto detto: Daniele Di Gregoli ha organizzato in città la presentazione della Coppa del Mondo di sci di Madonna di Campiglio «Una scelta strana - racconta - ma che ha fatto felici tutti, sia il Comune di Madonna di Campiglio che quello di Palermo».

La sera prima dell'evento Daniele porta in giro per la città gli amici di Trento fino ad approdare in Vucciria, tra bicchieri di vino e risate, decidono di imbastire una partita a calcio balilla nei biliardini di piazza Caracciolo.

Durante la sfida, tra le risate, per gioco Daniele propone agli amici "polentoni" di regalargli un albero del Trentino.

«Scherzando chiedevo un albero per casa mia - spiega Di Gregoli - invece lui mi ha preso forse troppo sul serio e mi ha proposto un pino argentato da donare alla città di Palermo dalla famiglia Bistì in collaborazione con il comitato della gara di coppa del mondo di slalom».

Il grande pino (picea punges), che praticamente sarà uguale a quello che fu posto in piazza San Pietro a Roma l'anno scorso, è attualmente in viaggio sul bastimento di una nave che attraccherà a Palermo a breve.

Il bellissimo dono si è suggellato con una stretta di mano tra gli amici del nord con il sindaco di Palermo il giorno in cui si è presentata la coppa alla città, in quell'occasione si disse che a carico del Comune di Palermo ci sarebbe stato solo il trasporto, ma anche in questo caso ci fu il coupe de teatre: il noto imprenditore, architetto Vincenzo Rizzacasa proprietario del Mercato Excelsior, si è offerto di pagare lui il trasporto, così da rendere completamente gratuita tutta l'operazione al Comune di Palermo per il bene collettivo.

Tra gli addobbi di quest'anno in città ci saranno anche delle nuove panchine in marmo bianco in piazza Verdi di fronte di Teatro Massino, fioriere in viale Strasburgo e un altro grande albero a piazza Bellini.

articoli recenti