LUTTO

HomeMagazineCultura

"Ciao Gigi": colleghi, amici e ammiratori dicono addio a Gigi Burruano sui social

L'attore si è spento nella notte tra il 10 e l'11 settembre: l'ultimo saluto è stato al Teatro Biondo. I funerali sono fissati per martedì alle ore 10 nella Chiesa Don Orione di Palermo

Balarm
La redazione
  • 12 settembre 2017

Gigi Burruano

Un lutto nel mondo del teatro palermitano e della televisione italiana: nella notte tra domenica 10 e lunedì 11 settembre 2017 è morto a Palermo Gigi Burruano, all'età di 68 anni, che da diversi mesi non stava bene.

Per un ultimo saluto a Luigi Maria Burruano è stata allestita la camera ardente al Teatro Biondo di via Roma, che starà aperta fino a mezzanotte, mentre i funerali si terranno martedì 12 settembre alle ore 10 nella Chiesa Don Orione (via Ammiraglio Rizzo 68).

Non mancano sui social i messaggi di cordoglio da parte di amici, colleghi di vecchia data, ammiratori e giovani artisti che scrivono:

"Il nostro fratello Gigi se ne è andato, domani la camera ardente al Teatro Biondo. Palermo saluta un pezzo di grande storia..." (Paride Benassai).

"Un pensiero e un saluto al grande attore Gigi Burruano..." (Maria Grazia Cucinotta) o ancora "Condividere il set con te e' stato un vero piacere. RIP Luigi Maria Burruano" (Giuseppe Zeno).

"Incontrai la prima volta Gigi, Luigi Maria, Burruano il 10 settembre del 2001 a Palazzolo Acreide, era nel ber della piazza che litigava con la rubrica del suo Nokia mentre sorseggiava un whisky. Me ne innamorai. Fantastico personaggio oltre che straordinario artista. Eravamo entrambe parte del primo film di Ficarra e Picone lui come attore di #esperienza io giovane musicista. Fu adorabile sia con me che con tutti gli esordienti di quello che poi sarebbe stato L inizio di tante belle storie, ricordo un paio di viaggi insieme a roma dove all epoca vivevamo, cene e pranzi memorabili in quella Roma che si confermava città del cinema e Dell arte e lui ci sguazzava come una paperella nello stagno, perché di una cosa siamo tutti certi, che , difficilmente nascerà un attore capace di rappresentare quei personaggi cuciti nella pelle di uno che nella pelle aveva tatuato il suo destino, anche un mito letterario come Sepulveda in #unasporcastoria non può evitare di citarlo come un incontro straordinario e quan gli raccontai questa cosa ,che non sapeva , contatto lo scrittore davanti a me per ringraziarlo, oggi sono io a dire grazie a te Maestro per le belle avventure cinematografiche che ci lasci e per L amicizia che mi hai donato . #nontiscorderomai #pituttavita" (Lello Analfino).

Non manca il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: "Gigi Burruano. Scompare uno straordinario attore palermitano, una "maschera" indimenticabile del Teatro Italiano".

E Il "Teatro Libero Palermo esprime le più sentite condoglianze per la prematura scomparsa del collega Luigi Maria Burruano" e Ninni Bruschetta: "Ciao maestro e dolce amico".

"Luigi Maria Burruano. Un gigante, attore creativo che inventava ogni giorno se stesso. Ci mancherà, avremmo dovuto fare un altro film insieme" (Simona Izzo).

"Che dispiacere sapere che Luigi Maria Burruano non c'è più. Noi lo ricordiamo in una delle sue ultime interpretazioni al cinema, l'avvocato smaliziato ma umanissimo del film La città ideale, diretto da suo nipote Luigi Lo Cascio. Il nostro affetto a tutta la sua famiglia, a Luigi, ad Aida" (Fabio Grassadonia e Antonio Piazza)

Franco Zappalà scrive "Addio Gigi. Il teatro perde un grande attore" e Francesco Benigno "Sei stato per me un grande maestro. Tra pochi giorni dovevamo girare insieme la nuova serie di Ricky Tognazzi ed ero felicissimo di rilavorare con te. Non ti dimenticherò mai. RIP".

Proprio Ricky Tognazzi scrive: "RIP Luigi Maria Burruano. Uno straordinario attore con cui ho avuto il privilegio di lavorare, avrei dovuto incontrarlo sul prossimo set".

"Ti ho amato come si ama un padre. La tua voce la porterò sempre con me. E se adesso dicessi «che sono stato onorato di averti conosciuto» Tu mi risponderesti: «Viri ca Onorato è chiddu ri casci i muartu!»" (Salvo Piparo).

Filippo Luna scrive soltanto "Luigi Maria Burruano", e "Sei stato, e resterai, il nostro più grande punto di riferimento. Addio Gigi" è di Ernesto Maria Ponte.

E infine Crisitano Pasca de Le Iene: "Un grande attore se ne va... ho avuto l'onore di girare più di quattro film con lui! Al di là della sua vita controversa è indubbiamente un pezzo della cultura palermitana che se ne va. Ciao Gigione!".

articoli recenti