MUSICA E DANZA

HomeEventiMusica E Danza

"Astor, il Genio che ha cambiato il Tango": il concerto con gli Amici della Musica allo Spasimo

  • Complesso monumentale di Santa Maria dello Spasimo - Palermo
  • 29 luglio 2021 (evento concluso)
  • 21.00
  • 15 euro (intero), 12 euro (ridotto)
  • Biglietti acquistabili online o alla biglietteria del Teatro Santa Cecilia (dal martedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30), allo Spasimo (dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 19.30) o la sera del concerto al botteghino. Info e prenotazioni a info@amicidellamusicapalermo.it o allo 091 6373743
Balarm
La redazione

Cesare Chiacchieretta al bandoneon

Quattro concerti che spaziano dal jazz al classico con contaminazioni rock, fino agli omaggi alle colonne sonore delle più belle pellicole del grande schermo. L’Associazione Siciliana Amici della Musica è tra i protagonisti allo Spasimo, nelle sere d’estate, del cartellone Spasimo 2021. Musiche di una nuova alba.

Si comincia il 29 luglio, alle 21.00, con "Astor, il Genio che ha cambiato il Tango".

Una produzione dell’Associazione Siciliana "Amici della Musica" che, in occasione del centenario della nascita del musicista e compositore argentino Astor Piazzolla, ha ideato un vero e proprio spettacolo che andrà in scena in prima assoluta allo Spasimo. Piazzolla è stato tra i primi a integrare nel tango e nel repertorio della tradizione musicale argentina elementi di jazz e di musica contemporanea.

Protagonisti dell’evento la pianista veneziana pluripremiata Gloria Campaner, Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di SANTA Cecilia, Cesare Chiacchieretta al bandoneon e il siciliano Pietro Adragna, campione del mondo di fisarmonica nel 2009.

Nella prima parte della serata saranno eseguite Le Quattro stagioni di Astor Piazzolla. A seguire la sensualità del tango argentino con i ballerini Silvia Miano e Vincenzo Bonura.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE