MOSTRE

HomeEventiMostre

Cartoon, videogiochi e politica: "Pyongyang Rhapsody. The Summit of Love" al padiglione Zac

Balarm
La redazione

"A hungry man is an angry man!" (2019) di Max Papeschi

Le opere di Max Papeschi e Max Ferrigno si incontrano in un dialogo artistico per la prima volta a Palermo: "Pyongyang Rhapsody. The Summit of Love" è la mostra allestita lungo le pareti di ZAC, padiglione d'arte contemporanea dei Cantieri alla Zisa, dal 24 gennaio al 24 marzo.

ln mostra una rilettura dell'incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il leader nord-koreano Kim Jong-un: un momento celebrato in modo quasi surreale dai media di tutto il mondo che dai due artisti contemporanei viene parodizzato e analizzato.

Max Papeschi non è nuovo allo scandalo: nel corso della sua carriera ha prodotto concept decisamente "politically incorrect" come "Welcome to North Korea". Max Ferrigno invece si muove sui binari più delicati dell'osservazione: mentre Papeschi irride, Ferrigno rilegge.

Se Papeschi decontestualizza l'immagine politica dei due leader inserendoli in contesti di immediata comprensione come videogiochi, tele di Leonardo o Botticelli e cartoni animati, Ferrigno si dedica ai simboli dei regimi totalitarsiti: 70 bandiere e un altare con due ritratti pop delle sue pin-up politicizzate dalla divisa.

La mostra è promossa dal Comune di Palermo, organizzata dalla Fondazione Jobs e curata da Laura Francesca di Trapani. 
 

ZAC - Zisa Zona Arti Contemporanee

Via Paolo Gili 4 - 90138 Palermo
Vedi mappa

eventi consigliati