TEATRO E CABARET
HomeEventiTeatro E Cabaret

Gianni Nanfa e le relazioni nate sul web: "Non ti sento" al Teatro Jolly di Palermo

  • Teatro Jolly - Palermo
  • Dal 24 marzo al 2 aprile 2023 (solo venerdì, sabato e domenica) (evento concluso)
  • Consulta il programma nell'articolo
  • 18 euro (intero), 16 euro (ridotto)
  • Biglietti online disponibili sul circuito tickettando, sul sito web del teatro o direttamente al botteghino del Teatro Jolly
Balarm
La redazione

Gianni Nanfa

Una commedia brillante in due tempi che è "un ottimo deterrente per tutti i poveri illusi che sperano di trovare in rete l’anima gemella", come spiega Giovanni Nanfa, protagonista e regista.

"Non ti sento" (di Mirella Di Giovanni) è il titolo della commedia che va in scena al Teatro Jolly di Palermo dal 24 marzo e 2 aprile. 

L’autrice, già nelle prime scene della commedia, invita gli spettatori a chiedersi quanto può essere affidabile una relazione nata presso un sito di incontri.

Lo scoprirà il malcapitato Arturo (Giovanni Nanfa) che convive con un’ambigua ex infermiera, Marisa (Mirella Di Giovanni) e con il figlio Simone (Claudio Petrì) da poco assunto in polizia.

L’intreccio gira attorno ad un mal d’orecchio che sfocia in una sordità temporanea di Arturo, costretto a subire le attenzioni poco raccomandabili del sedicente otorino Leonardo (Roberto Spicuzza) e di una assicuratrice, Matilde (Rosalba Bologna).

Al di là dei godibili equivoci che può suscitare la sordità del protagonista, la trama diventa via via più intrigante perché la pièce teatrale assume sempre di più le connotazioni di una commedia con sfumature "crime", ricca di colpi di scena fino alla fine.

La regia ha potuto contare sulla poliedricità degli attori che mettono in campo la loro ampia esperienza per dare vita ad un gioco teatrale vivace e mai ripetitivo. Gli spettatori sono particolarmente coinvolti nel reperire tutti gli indizi seminati qua e là e a “collaborare” alla soluzione del giallo.

Le scene sono curate da Vittorio Ienna.

Orari
venerdì ore 21.15; sabato ore 17.00 e ore 21.15, domenica ore 17.30.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE