MANIFESTAZIONI

HomeEventiManifestazioni

Giornata mondiale contro l'omofobia: a Palermo eventi, talk e flash mob con il Pride

  • Vari luoghi - Palermo
  • Dal 16 al 19 maggio 2019 - Evento concluso
  • Consultare il programma
  • Ingresso gratuito
Balarm
La redazione

Massimo Milani (coordinatrice del Palermo Pride)

Per celebrare la Giornata Mondiale contro l'omo-lesbo-transfobia di venerdì 17 maggio, il Coordinamento Palermo Pride è impegnato in una serie di attività a partire già dal 16 e per finire il 19 maggio che si inseriscono nel grande calendario di eventi "Verso il Pride 2019" (la parata è venerdì 28 giugno).

«Il fatto che nessuno di questi eventi sia stato organizzato da noi - dicono dal Coordinamento Palermo Pride - significa non solo che il lavoro di questi anni ha creato una sensibilità diffusa rispetto al tema del contrasto alle discriminazioni ma anche che, evidentemente, in questo momento storico è importante per molte/i affermare il valore di una giornata come il 17 maggio».

Giovedì 16 maggio alle 18 alle Officine Arcobaleno (via Rosa alla Gioamia, 2) incontro dal titolo “Il canto dei sireni”: presentazione del libro “Il canto dei sireni. Invenzioni trans/singolari e psicoanalisi lacaniana” con l'autrice Mary Nicotra.

Il libro indaga nuovi modi di nominarsi: transgender, cisgender, transessuale, queer. A testimoniare sforzi: individuali e collettivi per dar conto di come può intrecciarsi un corpo che gode con il proprio desiderio, sfuggendo alla logica binaria del dimorfismo sessuale. “Il canto dei sireni” adotta il cristallino della psicoanalisi lacaniana già presente in molti dei progetti di puntOorg International Research Network, formulando un secondo interrogativo: come affrontare le questioni intorno alla sessualità e alla transessualità in particolare? Perché Lacan nel suo ultimo insegnamento mette in rilievo che la classificazione di genere bambino/bambina e biologica maschio/femmina ricevuta alla nascita non impedisce al soggetto di avere una scelta.

Intervengono: Liliana La Placa, psicologa e psicoterapeuta, responsabile consulenza psicologica Arcigay Palermo. Gaetana D'Agostino, psicologa e psicoterapeuta, vicepresidente di Altrapsicologia e Mary Nicotra, psicanalista, membro della Scuola Lacaniana di psicoanalisi, docente dell’istituto psicoanalitico di orientamento lacaniano IPOL. Introduce Daniela Tomasino, portavoce del Coordinamento Palermo Pride e di Arcigay Palermo.

Venerdì 17 maggio alle 17 Flash Mob in piazzetta Aragona. La manifestazione è organizzata in tutta Italia dalla rete Ready (Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni anti discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere). Un grande lenzuolo sarà steso in piazza e ognuno potrà scrivere un pensiero e lasciare l'impronta della propria mano grazie alle vernici arcobaleno messe a disposizione dagli esponenti della rete Ready.

Venerdì 17 maggio alle 18.45 fiaccolata con partenza da vicolo Santa Caterina (adiacente piazza Pretoria) e arrivo alla chiesa Santa Chiara, si termina con un incontro ecumenico di preghiera.  “Tu mi appartieni, sei prezioso ai miei occhi, perché sei degno e io ti amo” è il passo di Isaia (43,1.4) che guida la veglia ecumenica per il superamento dell’omotransfobia del 2019. A Palermo, come in altre parti del mondo, per il tredicesimo anno consecutivo, cristiani di diversa confessione si riuniscono per ricordare le vittime di discriminazione basate sull’orientamento sessuale e testimoniare le esperienze di superamento dell’omofobia e della transfobia.

Venerdì 17 maggio alle 19 all'Enoteca Letteraria Prospero di via Marche, 8 (in contemporanea con le altre città d'Italia): letture dal libro "Boy Erased, Vite cancellate" di Garrard Conley. Dialogano con la scrittrice Francesca Maccani Luigi Carollo ed Eugenia Nicolosi del Coordinamento Palermo Pride.
L'Italia si unisce in occasione della Giornata Mondiale contro l'omofobia e la transfobia parlando di "Boy Erased. Vite cancellate", il diario da cui è tratto l'omonimo film (del 2018 scritto e diretto da Joel Edgerton): Nato e cresciuto in Arkansas, in una comunità di fede battista di cui il padre era predicatore, il diciannovenne Garrard Conley viene iscritto dai genitori al programma di conversione di Love in Action, dopo aver dichiarato la sua omosessualità.

“Boy erased. Vite cancellate” è un memoir che ripercorre gli anni di passaggio dall’età adolescenziale a quella adulta di Conley, segnati indelebilmente dal  coming out  alla propria famiglia, dall’allontanamento dalla fede religiosa e dai tentativi disperati di reprimere la propria identità.

Sabato 18 maggio alle 18.30 ai Candelai - “D'amore e di lotta” presentazione delle poesie di Audre Lorde e proiezione di “Litany for survival” (lettura del componimento fatta dalla stessa Audre Lorde).

Intervengono: Silvia Antosa, docente di Letteratura inglese all'Università “Kore” di Enna, Maria Concetta Spinosa, presidente AITI Sicilia - associazione italiana traduttori e interpreti e due delle traduttrici dell'antologia e membri del Wit – Women in Translation: Maria Micaela Coppola, docente di Letteratura inglese all'Università di Trento e Anna Zani della Biblioteca delle Donne di Bologna. Introduce Luigi Carollo, portavoce del Coordinamento Palermo Pride.

Per la prima volta in traduzione italiana, questa antologia dà spazio ai componimenti d'amore e di lotta di una poetessa, Audre Lorde (1934-1992), che ha saputo intrecciare le storie del proprio vissuto personale con le voci collettive dei movimenti femminista. Lgbt e delle persone di colore. Con il suo potente linguaggio poetico, Lorde ci regala istantanee di realtà filtrate attraverso uno sguardo acuto e mai distaccato. Nei suoi versi erompe il racconto di una donna Nera, lesbica, madre, guerriera, poeta, il cui linguaggio è intriso di ognuna di queste parti e dell'intersezione di tutte. Per questo il canto di Audre Lorde arriva a tutte e tutti noi, abbracciando la realtà da un punto di vista situato e proiettandosi oltre, fino a cambiare il nostro modo di guardare il mondo. La traduzione è opera del collettivo WiT (Women in Translation).

Domenica 19 maggio alle 17.30 a La Pasteria (via Gaetano Sgarlata, 10) reading e incontro “#Parolescandalose: La Morte a Venezia di Thomas Mann”. Intervengono Margherita Cottone, docente di Letteratura tedesca all’Università di Palermo, Roberto Greco dell'associazione culturale la Stanza dei Balocchi. Introduce Luigi Carollo, portavoce del Coordinamento Palermo Pride.

Thomas Mann pubblica “La morte a Venezia” (nell’originale “Der Tod in Venedig”) nel 1912. La novella è indubbiamente uno dei testi più interessanti del corpus delle opere di Mann, tra cui “I Buddenbrook” e “La montagna incantata”. In essa possiamo riscontrare facilmente tutte le tematiche care al suo autore: la decadenza della società aristocratico-borghese, il conflitto tra arte e realtà materiale, la metafora della malattia per indagare la crisi dell’uomo contemporanea. Il testo è inoltre ricco di rimandi ai dialoghi platonici e alla teoria nietzschiana sul conflitto tra Apollo e Dioniso nella nascita della tragedia. 

Palermo

Vari luoghi
Vedi mappa

eventi consigliati