FOOD & DRINK
HomeEventiFood & Drink

La cena romana "all you can eat" raddoppia: da Cacio & Pepe (mercoledì e venerdì)

Balarm
La redazione

La "Cacio e Pepe al Tartufo"

"Magna na cifra, paga un pochetto".

Siamo a Palermo ma qua si parla (e si mangia) come nella Capitale. Un vero e proprio capolavoro gastronomico, una cucina capace di unire semplicità e qualità. Pochi ingredienti, gustosi, abbondanti e soprattutto eccellenti. Una cucina che nasce dal popolo e arriva a tutti, diretta e informale.

Stiamo parlando di "Cacio & Pepe", una trattoria dallo spirito verace, ma allo stesso tempo attenta alle tradizioni e al rispetto dei sapori di una volta che, attraverso materie prime di eccellenze, porta a Palermo la migliore cucina romana. 

La buona notizia è che dal 3 al 26 aprile "Cacio & Pepe" raddoppia il suo "all you can eat" a cena.

Ogni mercoledì (nel ristorante di piazza Giovanni Paolo II) e ogni venerdì (nel ristorante di via Salvatore Vigo 3) puoi mangiare tutti i piatti che vuoi a un prezzo fisso - e minimo - di 18 euro (bevande escluse). 
Adv
La scelta è ampia e variegata, adatta a tutti i gusti. Si comincia dagli antipasti dove puoi scegliere tra bruschette, supplì alla romana, fritti romani, porchetta, polpette al sugo, patatine carbonara.

La cucina romana è l’incontro di diverse tradizioni popolaresche, come quella ebraica (da cui derivano ad esempio i “carciofi alla giudia”), quella rurale laziale-abruzzese, ma in generale è lo specchio di Roma caput mundi, autentico crocevia di ricchezze gastronomiche provenienti dai territori circostanti.

Il risultato è un ricettario immenso che potrete gustare nella trattoria "Cacio & Pepe".

«Ci impegniamo a rispettare i piatti della tradizione della cucina romana che vengono preparati con cura e amore - spiegano dal ristorante -. La nostra è una cucina incentrata sulla qualità delle materie prime e abbiamo selezionato fornitori d’eccellenza per offrirvi il meglio che madre natura ci regala».
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE