MUSICA E DANZA

HomeEventiMusica E Danza

La musica barocca tra gli stucchi di Serpotta: i sei concerti all'Oratorio di Santa Cita

  • Oratorio del Rosario di Santa Cita - Palermo
  • Dal 20 al 30 settembre 2022 (evento concluso)
  • 21.00
  • Gratuito (ingresso fino ad esaurimento dei posti disponibili)
  • Per maggiori informazioni si può telefonare al numero 091 582803
Balarm
La redazione

Il clavicembalista Basilio Timpanaro

Ascoltare la musica barocca all’Oratorio di Santa Cita è un’altra cosa.

La Rassegna di Musica antica del Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo, in programma dal 20 al 30 settembre 2022, dedica 6 appuntamenti all’esplorazione della produzione musicale fra XVII e XVIII secolo, gli anni in cui Giacomo Serpotta decorava l’aula di Santa Cita con i suoi bellissimi stucchi per esaltare l’intervento della Madonna nella lotta fra Cristiani e infedeli.

La Rassegna è a cura del Dipartimento di Musica antica, coordinato da Ignazio Schifani e si apre il 20 settembre con Orpheus Britannicus.

IL PROGRAMMA
20 settembre 
21.00
"Orpheus Britannicus, in the Stars with Diamonds"
Singolare omaggio a Henry Purcell, che veniva appunto chiamato Orfeo britannico, ripreso dall’omonima raccolta a stampa. Il testo è a cura di Piero Cartosio. Le musiche di Blow, Locke, Banister e Matteis affiancano diverse significative composizioni di Purcell. La regia e la voce recitante sono dell’attore, cantante e strumentista Maurizio Maiorana; Piero Cartosio direttore musicale e flauto dolce. Enrico Dibennardo al clavicembalo, Andrea Beatriz Lizarraga violino. 
Adv
22 settembre
21.00
"Musiche al tempo di Alessandro Scarlatti"
Sonate e arie per controtenore, violoncello e viola da gamba concertanti e basso; direttore e viola da gamba Nereo Luigi Dani, Giuseppe Montagno controtenore, Carmelo Nicotra violoncello, Edvige Correnti clavicembalo e organo. In programma preziosi ascolti di Antonio Vivaldi, Benedetto Marcello, Alessandro Scarlatti, Giovan Battista Pergolesi e Antonio Caldara.

24 settembre
21.00
"Apollo e le muse"
Recital del clavicembalista Basilio Timpanaro su musiche tratte da “Hexachordum Apollinis”, 6 Arie con variazioni di Johann Pachelbel e “Musikalischer Parnassus”, 9 suite per il cembalo di Johann Caspar Ferdinand Fischer. La prima è una raccolta composta da Pachelbel nel 1699; sul frontespizio è raffigurata la lira a sei corde di Apollo, un organo a canne e un clavicembalo per eseguire brani “per il piacere degli Amici delle Muse”. La seconda contiene nove suite di danze per clavicembalo intitolate alle nove Muse, composte da Fischer. A Santa Cita Timpanaro eseguirà le Arie I, II e III di Pachelbel e “Calliope”, “Euterpe”, “Polymnia” e la suite più nota di Fischer: “Uranie” che, secondo alcune interpretazioni, si ispira alla storia di Orfeo ed Euridice.

26 settembre
21.00
"Il violino virtuoso fra ‘600 e ‘700"
Con Nicholas Robinson e Giulio Plotino (violini), Andrea Fossà (violoncello), Ignazio Maria Schifani (clavicembalo). Anche in questo caso verranno eseguiti brani di raro ascolto di Dario Castello (1602-1631), Tarquinio Merula (1595-1665), Marco Uccellini (1603-1680), Biagio Marini (1594-1663) e Maurizio Cazzati (1616-1678), accanto a sonate di Bach, Corelli, Purcell e Biber.

28 settembre
21.00
"Dresda scintillante"
Dedicato alla musica virtuosistica alla corte di Dresda nella prima metà del XVIII secolo. In programma musiche di Haendel, di Pisandel, di Heinichen e di Graun con Weichao Huang (contralto), Ermes Pecchinini e Angelo Caruso (corni), Nicholas Robinson e Giulio Plotino (violini), Gabriele Politi (viola), Andrea Fossà (violoncello), Basilio Timapanaro (basso continuo).

30 settembre
21.00
"La fantasia è l’occhio dell’anima"
Guido Morini conclude la Rassegna, esplorando nuove vie nell’interpretazione della musica italiana del XVII secolo nel recital per clavicembalo dal titolo La fantasia è l’occhio dell’anima. In programma musiche di Frescobaldi, Bach, Couperin e dello stesso Morini.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE