MOSTRE

HomeEventiMostre

"Lapis specularis": la mostra dell'artista madrileno Miguel Ángel Blanco approda a Palermo

  • Instituto Cervantes Palermo - Palermo
  • Dal 23 gennaio al 17 aprile 2020 (evento rinviato a data da destinarsi)
  • Visitabile dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00; venerdì dalle 9.30 alle 14.00. Chiuso lunedì, sabato e domenica
  • Ingresso gratuito
  • Per informazioni inviare una email a cultpal@cervantes.es
Balarm
La redazione

Particolare dell'opera dell'artista madrileno Miguel Ángel Blanco

L'Instituto Cervantes di Palermo apre i suoi spazi a Miguel Ángel Blanco, offrendogli l'opportunità di intervenire all'interno della chiesa sconsacrata di Sant'Eulalia dei Catalani (via Argenteria Nuova 33), con  la mostra "Lapis specularis. La luce sotto terra", promossa dall'Instituto Cervantes e dal Ministero della Cultura e dello Sport di Spagna. 

Il progetto, dopo aver fatto tappa al Museo Arqueológico Nacional di Madrid, al Museo Nacional de Arte Romano di Merida e alla Real Academia di Spagna a Roma. approda a Palermo adattandosi alle caratteristiche dell'edificio: dove i tondi e le casse con lapis specularis sono collocati in vetrine al centro dello spazio e sugli altari di marmo, la luminosità rievoca le antiche vetrate acquisendo riflessi soprannaturali e sacri.

Il lapis specularis, gesso cristallino di grande trasparenza comportò una grande rivoluzione nella vita quotidiana degli antichi Romani. Il suo utilizzo permetteva, sia in abitazioni private che in edifici pubblici, di chiudere stanze e finestre, facendo entrare la luce e mantenedo costante la temperatura all'interno degli ambienti. Per questo ebbe grande utilizzo anche nei complessi termali, oltre che una funzione simbolica, come elemento magico e propiziatore.



Miguel Ángel Blanco si è servito per la prima volta del lapis specularis come materiale creativo per esplorarne le qualità plastiche e poetiche e per rinnovare la Storia antica. L'artista madrileno unisce da tempo Arte e Natura in un suo particolare progetto personale: la Biblioteca del Bosco, attualmente composta da 1.191 libri-scatola contenenti minerali, elementi botanici e disegni che insieme si fondono in un nuovo ordine.

Le miniere di lapis specularis della Spagna, concentrate intorno a Segóbriga e alla provincia di Almería (Arboleas), fornivano la qualità più pura del minerale: l'idea di esporre presso l'Instituto Cervantes di Palermo 24 libri-cassa e una serie di tondi e cofanetti realizzati con lapis specularis, ricorda quell'antico trasferimento del minerale dalla Spagna al cuore dell'Impero, con un approccio più visionario che archeologico.

Instituto Cervantes Palermo

Via Argenteria Nuova 33 - 90133 Palermo
Vedi mappa

eventi consigliati