FESTIVAL E RASSEGNE

HomeEventiFestival E Rassegne

"Marhanima: il richiamo del grande blu": opere d'arte, laboratori e poesie nel cuore di Ustica

  • Ustica Villaggio Letterario
  • Punta Spalmatore - Ustica (Pa)
  • Dal 5 al 8 luglio 2018 (evento concluso)
  • 19.30
  • Gratuito
  • Per tutte le informazioni sugli eventi è possibile consultare il sito web di "Ustica Villaggio Letterario" o telefonare ai numeri 091.8449388, 091.8449926 o 333.4809666.
Balarm
La redazione
Un appuntamento che vuole celebrare l'arte in tutte le sue forme, dalla poesia alla scultura, dalla pittura alla letteratura: per "Ustica Villaggio Letterario" (leggi articolo di approfondimento) l'appuntamento è dal 5 all'8 luglio con "Marhanima: il richiamo del grande blu".

La manifestazione (leggi il programma) è stata ideata dall'artista Giovanna Fileccia in collaborazione con l’architetto Alessandra De Caro, e si snoda in quattro appuntamenti che propongono un approfondimento sulla poesia sculturata, una mostra di opere tridimensionali, dei laboratori creativi, e una lettura di poesie.

Il tutto all'interno dell'Hotel Village Punta Spalmatore. Tutti i giorni sarà presente la Fileccia, palermitana che propone la sua arte fatta di poesie e opere tridimensionali di poesia sculturata espresse sia in italiano che in siciliano.

Dopo la pubblicazione del suo primo libro la Fileccia ha iniziato a dare forma alle parole, a ricercare un punto d’incontro tra poesia e materia, utilizzando materiali di recupero, stoffe, cartone e soprattutto, gli elementi del mare tra cui conchiglie e sabbia, per le sue opere tridimensionali.

È autrice di varie raccolte di poesia e protagonista di mostre, vincitrice di premi letterari e concorsi artistici. Per conoscere tutti gli eventi di "Ustica Villaggio Letterario" è possibile leggere qui il programma completo.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE