MOSTRE D'ARTE

HomeEventiMostre D'arte

"Suite of Love": la camera fotografica di Nobuyoshi Araki che amplifica i desideri degli spettatori

  • Four Points by Sheraton Catania, Via Antonello da Messina 45 - Aci Castello (Ct)
  • Dal 7 maggio al 13 giugno 2021 (evento concluso)
  • Visitabile su prenotazione
  • Gratuito
  • La mostra e la visita guidata sono offerti gratuitamente dalla Fondazione OELLE Mediterraneo antico prenotandosi all'indirizzo: info@fondazioneoelle.com
Balarm
La redazione

"Flower rond" del fotografo Nobuyoshi Araki (part.)

Gli hotel come centri d'arte contemporanea al tempo del Covid: le pareti della fOn Art Gallery e dei vari piani del Four Points by Sheraton Catania, appendici logistiche e visionarie della Fondazione OELLE, ospitano dal 7 maggio al 13 giugno il nuovo progetto espositivo dedicato al grande fotografo giapponese Nobuyoshi Araki, il primo realizzato nel sud Italia.

La mostra si intitola "Suite of Love", a cura di Filippo Maggia. Un’occasione unica per avvicinarsi all'"universo Araki" e coglierne alcuni tratti fondamentali in un contesto davvero senza precedenti: una "camera dell'amore".

Una vera e propria suite d'albergo che raccoglie, come un contenitore rigenerante, 1.000 polaroid realizzate sino ai primi anni Duemila, 27 fotografie inedite selezionate fra la sua produzione degli anni Ottanta e Novanta, l'intera serie del 1996 intitolata "Suicide in Karuizawa", una selezione di 19 "Flowers" (composizioni floreali dei primissimi anni Novanta), e 12 opere in grande formato della recentissima serie ancora in progress "Araki Paradise". 



Sono appunti luminosi di pochi centimetri, esito di intuizioni visive, sperimentazioni e dialoghi intimi sul tema della donna che magicamente assumono le sembianze delle polaroid, un ibrido tra la fotografia tradizionale e un'icona che si manifesta in pochi secondi. 

Le immagini si susseguono senza soluzione di continuità a celebrare l'universo femminile, la sua bellezza e unicità: nel ritratto, che sia un volto, un busto, una figura intera, un nudo o un bondage allestito, una storia come fosse un fotoromanzo, o una delle sue muse ispiratrici, o Yoko, sua moglie scomparsa nel 1990. 

La mostra di Araki, artista controverso e osannato alla stregua di una pop star, irriverente nel linguaggio e innovatore nel racconto fotografico, prosegue al primo piano del'’hotel, nella fOn Art Gallery della Fondazione OELLE Mediterraneo antico. 

Nobuyoshi Araki nasce il 25 maggio del 1940 a Tokyo. Diplomato in fotografia e cinema presso il Departement of Engineering della Chiba University, lavora per un decennio, fino al 1972, alla Dentsu Advertising Agency, realizzando la sua prima mostra personale nel 1965 nello Shinijuku Station Building e vincendo due importanti concorsi fotografici.

Nel 1971 sposa Yoko Aoki, figura centrale nella sua vita privata e nel suo percorso artistico.

Ha registrato, in oltre 60 anni di instancabile attività, la vita della capitale giapponese, le strade di Ginza, la metropolitana con le sue infinite linee e i passeggeri assonnati, i bar karaoke con i clienti che vi si riversano dopo l’ufficio, i club privé degli anni Ottanta e Novanta, i cieli della città, i palazzi moderni e la vita colta per strada, un vero diario di una immensa metropoli narrata giorno dopo giorno in "Tokyo Diary" e in altri fra gli oltre 500 libri pubblicati.

Nel 1990, anno della morte della sua compagna, Araki pubblica la serie Sentimental Journey / Winter Journey, sul suo rapporto personale con lei. Da allora innumerevoli sono le pubblicazioni e le esposizioni nelle gallerie e nei musei internazionali.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE