VISITE ED ESCURSIONI

HomeEventiVisite Ed Escursioni

Un viaggio scenografico con gli dei: lo spettacolo al sorgere dell'alba alla Valle dei Templi

Balarm
La redazione

"Al passo coi Templi", lo spettacolo di Marco Savatteri alla Valle dei Templi

Torna anche quest'anno il progetto teatralizzato che offre la possibilità di entrare nella Valle dei Templi di Agrigento in piena notte e visitare il sito archeologico al sorgere dell’alba.

Sono le famose albe della valle dei Templi di Agrigento, il progetto costruito dal Parco archeologico in collaborazione con CoopCulture – che quest’anno si è scelto di declinare su tre diversi lavori, tra percorsi spettacolarizzati e appuntamenti più intimamente teatrali, ma tutti seguiranno un unico tema, quello del Risveglio nel Mediterraneo.

Si entrerà nella Valle addormentata, immersa nella notte, colma di profumi indefiniti; una guida, quasi un Virgilio devoto, farà scoprire i templi, racconterà il passato splendente di Akragas e Agrigentum.

E pian piano, con l'avvicinarsi dell’aurora, una luce soffusa e morbida accarezzerà dei e dee, ninfe e satiri, umani alla ricerca di un contatto con il divino, ma anche attori e narratori.



La prima Alba è in programma domenica 25 luglio (e in replica il 22 agosto) e vede riallestito Al passo coi templi, il famoso spettacolo di Marco Savatteri con la Casa del Musical che tre anni fa lanciò le albe a livello internazionale.

I quadri si srotolano lungo il percorso, permettendo di scoprire nella luce rosata, il sito archeologico nella sua complessa diversità, gli arcosoli, i reperti, gli altari, le mura megalitiche.

Giunge poi Cassandra, con i suoi vaticini luttuosi e inascoltati; Hera materna, le ninfe leggere giocheranno con i satiri, Perseo pronto a tagliare la testa di Medusa, la disfida tra le dee per la palma di più bella, la magarìa di Circe, il duello all'ultimo sangue tra Ettore e Achille e tanto altro.

Un viaggio affascinante e scenografico nell'iconografia classica, di facile ed immediata comprensione anche per chi non conosce i miti. Per comprendere che dei e dee possono essere bizzosi e insicuri quanto gli umani che però si sono dimenticati di loro.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE