MANIFESTAZIONI

HomeEventiManifestazioni

Una drammaturgia giovane e attuale in scena alle pendici dell'Etna: lo "Sciaranuova Festival" di Planeta

  • Teatro in Vigna, Planeta Sciaranuova, Passopisciaro - Castiglione di Sicilia (Ct)
  • 19, 20, 26, 27 luglio 2019 (evento concluso)
  • 19.30 (aperitivo seguito dallo spettacolo)
  • 30 euro (intero), 20 euro (dai 12 ai 21 anni), 15 euro (bambini da 6 a 12 anni), gratis per bambini fino a 6 anni
  • Info e prenotazioni ai numeri 0925 1955465 e 091 327965, all'indirizzo eventi@planeta.it o sul sito web del Festival
Nicoletta Fersini
Giornalista e Fotografa

Gli attori Valeria Raimondi ed Enrico Castellani

Giovani attori, tematiche attuali con un'anteprima nazionale, una prima regionale e un gran finale con Emma Dante: la quinta edizione di "Sciaranuova Festival", ideato e prodotto da Planeta, arriva con tante novità il 19 e 20 luglio e il 26 e 27 luglio nel Teatro in Vigna di Sciaranuova, sull'Etna.

Quest'anno la direzione artistica del festival è affidata a Ottavia Casagrande che ha scelto i quattro spettacoli in programma seguendo un preciso fil rouge: "Lupus in fabula" accoglie una drammaturgia immersa nella contemporaneità che affronta temi cruciali e scottanti che, proprio come il proverbiale lupo delle favole, interrompono la conversazione e ne divengono il centro.

«In questi anni il mondo, l’Italia e la società sono profondamente cambiati e al momento non c’è altro luogo, mezzo, linguaggio che sappia raccontare meglio questi cambiamenti» afferma Ottavia Casagrande. «Anni di confusione, conformismi ed estremismi che il teatro ha saputo annusare e rielaborare con estro, originalità e qualche pugno nello stomaco. Senza salire in cattedra. Senza prendersi troppo sul serio».

E prosegue «per questo abbiamo scelto solo testi contemporanei e originali, tutti scritti espressamente per la scena - o meglio sulla scena - e cuciti addosso agli attori, se non scritti dagli attori stessi, che forse sarebbe più corretto chiamare performers».

La formula della rassegna, come ogni anno, propone appuntamenti che prendono il via alle 19.30 con un aperitivo al tramonto con quattro vini in degustazione, seguito poi dallo spettacolo in programma e da un "dopo-teatro" con le compagnie.

"Sciaranuova Festival" prende il via venerdì 19 luglio con "Pedigree", prima regionale dello spettacolo prodotto da Babilonia Teatri, scritto da Valeria Raimondi ed Enrico Castellani, interprete insieme a Luca Scotton.

"Pedigree" è la storia di un giovane uomo e della sua famiglia con due madri, del padre donatore e dei suoi cinque fratelli di sperma sparsi per il mondo. Un lavoro carico di umanità che racconta le difficoltà di una generazione alle prese con genitori biologici e genitori di fatto, problematiche di identità e di coscienza: un pugno allo stomaco e, insieme, una carezza con una scrittura che scivola leggera ma si attorciglia alle budella.

Sabato 20 luglio Alessandro Berti porta in scena in anteprima nazionale "Negri senza memoria" (produzione Casavuota). Spettacolo con un titolo non a caso provocatorio quanto la piéce stessa, che si ispira a quanto affermò anni addietro un rapper newyorkese: «Italians are niggaz with short memory» (gli italiani sono negri con la memoria corta».

"Negri senza memoria" tra musica e poesia racconta il rapporto tra italiani e afroamericani partendo dal Sud Italia e approdando nell’America di inizio Novecento, fino ai giorni nostri.

La Compagnia Frosini Timpano è protagonista dell'appuntamento di venerdì 26 luglio: va in scena lo "Zibaldino Africano" scritto e interpretato da Elvira Frosini e Daniele Timpano, già finalista del Premio Ubu 2017 come miglior nuovo testo italiano.

Una lettura inedita del nostro colonialismo, una storia rimossa e negata che dura 60 anni, inizia già nell’Ottocento, ma che nell’immaginario comune si riduce ai cinque anni dell’Impero Fascista.

Gran finale per "Sciaranuova Festival" con Emma Dante e il suo "Gli alti e bassi di Biancaneve", in cui la regista palermitana  torna a confrontarsi con la letteratura per l'infanzia con uno stile originale e personale.

Scritto e diretto da Emma Dante - che cura anche i costumi e le scenografie - e prodotto dalla Compagnia Sud Costa Occidentale, lo spettacolo vede in scena Daniela Macaluso, Italia Carroccio e Davide Celona. 

Biancaneve vede alzarsi e abbassarsi il mondo intorno a lei circondato da creature buone e cattive che la aiutano a diventare grande. In questo suo mondo c’è l’alto che si fa basso e il basso che si fa alto. C’è uno specchio che riflette tutto, sogni e paure, azioni malvagie e fughe verso la libertà. E conduce il pubblico alla scoperta dei veri valori della vita.

Per partecipare al festival è possibile acquistare i ticket singoli al costo di 30 euro per l'intero, 20 euro per ragazzi da 12 a 21 anni (e varie esigenze) e di 15 euro per bambini da 6 a 12 anni. I bambini fino a 6 anni non pagano.

È possibile, inoltre, usufruire di due tipologie di abbonamento: per il weekend al costo di 50 euro (intero), 35 euro (ridotto) o 25 euro (bambini); per l'intero festival al costo di 90 euro (intero), 65 euro (ridotto) e 40 euro (bambini).

Per maggiori informazioni o per prenotare e acquistare i ticket è possibile contattare i numeri 0925 1955465 e 091 327965 oppure scrivere una mail all'indirizzo eventi@planeta.it.

Castiglione di Sicilia

Teatro in Vigna
Vedi mappa

eventi consigliati