HomeMagazineCultura

385° Festino: la "notte" di Santa Rosalia

Un Festino di rigore, senza nessun rappresentante dell'amministrazione palermitana, si conclude con i giochi di fuoco, anch'essi, decisamente ridotti

Balarm
La redazione
  • 16 luglio 2009

Un Festino di Santa Rosalia senza entusiasmo popolare, dove per la prima volta non hanno partecipato al corteo né il sindaco né un rappresentante dell´amministrazione palermitana. Comincia tutto poco dopo le 21.30 di martedì 14 luglio. Sul palco, all'estito nell'atrio della Cattedrale, c'è il sax di Rita Collura, le due attrici Isabella Ragonese e Rori Quattrocchi e la cantante Antonella Ruggiero. Poi il tradizionale grido "Viva Palermo e Santa Rosalia" per l'occasione registrato con le voci degli attori Giorgio Li Bassi, Giacomo Civiletti e Marcello Mordino. E' la volta del carro animato dalle otto danzatrici di Cinzia Cona, dai tamburinai e dai flauti. La gente, meno numerosa rispetto ai precedenti festini, si è poi ritrovata al Foro Italico per i tradizionali giochi di fuoco, anch'essi per l'occasione, decisamente ridotti.

GALLERY RECENTI