Teatri in Sicilia

Home > LuoghiTeatri

Teatro Biondo

Il Teatro Biondo di Palermo

Indirizzo
Via Roma 258 - 90133 Palermo - Vedi mappa
Apertura
Botteghino aperto da martedì a sabato, dalle ore 10.00 alle 13.00
Telefono
091.7434341
Sito web
http://www.teatrobiondo.it
E-mail
info@teatrobiondo.it
Altri link
Servizi
Carta di credito, Pagobancomat, Aria condizionata, Accesso per disabili, Servizi per disabili
Sconti
Carta IdeaNet, Diamond Card, Sconto studenti, Carta Più Feltrinelli, Cral
Il Teatro Biondo di Palermo è sorto nell’ottobre 1903 su iniziativa dell’avvocato Andrea Biondo e progetto dell’ingegnere Nicolò Mineo.

Il teatro sorse in un momento di particolare splendore per la città, soggetta a una formidabile espansione urbana. Meta privilegiata di principi e regnanti, Palermo trasforma in maniera determinante il suo volto, rinnovata da una borghesia imprenditoriale illuminata, capeggiata dalla famiglia Florio, e da una classe di intellettuali tra cui spicca l’architetto Ernesto Basile, fra i principali esponenti del movimento liberty in Europa. Accanto ai nomi di maggiore rilievo cresce, inoltre, una fiorente scuola di artisti e artigiani di grande gusto e professionalità.

Il Biondo nasce in un contesto generosissimo di teatri: alla fine dell’800 Palermo vantava il Santa Cecilia, il Bellini e il Garibaldi, oltre ad innumerevoli sedi teatrali minori in luoghi privati. La facciata del teatro ha uno schema classico ottocentesco simmetrico secondo l'asse principale, il prospetto principale è mosso dal primo ordine che ha spicco sugli altri, il piano terra è ripartito dai vari accessi alle attività commerciali.

La tipologia del complesso è quella tipica dei teatri di prosa. Ampie e diverse le sale del teatro, principalmente divise in Sala Grande e Sala Strehler. A piano terra si accede al foyer rettangolare le cui colonne di marmo rosso introducono alla sala grande impreziosita dalle decorazioni nei palchi di Salvatore Gregorietti così descritte nell’articolo di Scala-Enrico.

Una delle più suggestive è senz’altro la sala Strehler, nata all’epoca come prestigioso salone delle feste con le sue 12 porte di cristallo e 108 punti-luce su putti bronzei, ricchissimo di stucchi di Gregorietti e affrescato dal Padovano.

All’origine fu un punto di ritrovo del "dopo teatro" per le famiglie più in vista della città, centro di interessi culturali e mondani. Oggi la sala Strehler è la seconda del teatro e vanta un’ulteriore stagione dedicata. Il teatro è attualmente diretto dallo scrittore e giornalista Roberto Alajmo ed è sede della "Scuola dei mestieri dello spettacolo" diretta da Emma Dante.

prossimi eventi in questo luogo