ITINERARI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

Ai piedi dell'Etna, come una fenice risorta dalle ceneri: "Linea Blu" tra le bellezze di Catania

Donatella Bianchi e la sua troupe si sono soffermati sulle bellezze di Catania e su quelle delle località limitrofe che si affacciano sul mare: Aci Trezza e Aci Castello

Balarm
La redazione
  • 1 novembre 2020

Isole dei Ciclopi ad Aci Trezza

Dici Catania e si apre un mondo, soprattutto quello legato al mare. Non è un caso che la città ai piedi dell'Etna sia stata la protagonista di una puntata del famoso programma Rai "Linea Blu".

Donatella Bianchi, la conduttrice, e la sua troupe si sono soffermati sulle bellezze di Catania e su quelle delle località limitrofe che si affacciano sul mare: Aci Trezza e Aci Castello. Due cittadine la cui storia affonda davvero le radici nel mare.

Basti pensare che davanti alla bella Aci Trezza ci sono i faraglioni la cui leggenda vuole siano stati creati dai lapilli lanciati direttamente da Polifemo mentre era intento a difendersi da Ulisse che lo aveva accecato.

I sette faraglioni, ovvero le isole dei Ciclopi, sono oggi uno dei simboli della Sicilia e basta andare su Instagram per scoprire quanto belli possano essere al tramonto o all'alba.

L'acqua è il filo conduttore della puntata proposta da "Linea Blu". Un filo conduttore che arriva sino alle strade della città. La famosa area mel mercato denominato "Piscarìa", in cui è possibile trovare ogni genere di pescato fresco, è uno spettacolo da vivere di persona almeno una volta nella vita.

Le telecamere si spostano sin sulla vetta del vulcano, per poi arrivare nelle antiche botteghe in cui i vecchi mastri d'ascia costruivano le barche per andare a pesca. Un viaggio nella storia che poi si immerge letteralmente nelle acque del litorale con affascinanti immagini subacquee.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI