ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

Angoli (incontaminati) di Sicilia tra cascate e laghetti: come raggiungere "Cava Carosello"

Vi portiamo alla scoperta di un canyon di estrema bellezza, dove scorre il fiume Asinaro che per secoli fu una grande fonte di ricchezza per i popoli che vivevano lì. Ecco dove si trova

Elena Cicardo
Digital strategist
  • 18 febbraio 2021

Cava del Carosello a Noto (foto di Marcello Bianca)

Ha attorno piante incredibili e passeggiando si possono avvistare granchi d’acqua dolce, trote e il merlo acquaiolo.

La Cava del Carosello, o semplicemente Cava Carosello, si trova a due passi da Noto Antica, l’antichissimo centro abitato distrutto dal terremoto del 1693 da cui sono passati romani, bizantini, arabi, normani, angioini, e il suo paesaggio incontaminato la rende un posto assolutamente da non perdere nella parte orientale della Sicilia.

Si tratta di un canyon di estrema bellezza, dove scorre il fiume Asinaro che per secoli fu una grande fonte di ricchezza per i popoli che vivevano lì, come testimoniano le antiche concerie di origine araba o i ruderi dei mulini che si possono incontrare lungo le sponde del fiume.

Cava Carosello era infatti un vero polo industriale del Medioevo e non solo. La concia, la lavorazione delle pelli, è stata un’attività industriale fiorente per Noto con grossi volumi d’affari nel ‘500 per l’aristocrazia netina. Il fiume e i laghetti del Carosello sono immersi in un paesaggio sub-tropicale.



Per raggiungerli bisogna seguire un percorso di trekking di circa 3 chilometri. Il corso d’acqua, la cui portata varia in base alle stagioni, ha generato una serie di marmitte e, nella parte finale, una grossa vasca circolare con annessa cascata. Le acque in uscita infatti si riversano su uno strapiombo di circa 40 metri nella Valle del Durbo per poi confluire nell’Asinaro.

Si percorre il sentiero che attraversa il canyon calcareo della valle, poi, procedendo, ci si addentra in una fitta vegetazione che nasconde i laghetti.

Al termine del percorso ci si trova davanti la marmitta carsica, un laghetto pensile, con la bellissima cascata sottostante e con una vista panoramica mozzafiato, che in dialetto siciliano viene chiamato Uruvu Tunnu.

Come raggiungere Cava del Carosello
È necessario andare a Noto Antica, sito archeologico che conserva ancora una parte delle mura medievali dell’antica città.

Lasciate l’auto al parcheggio di ingresso e iniziate la vostra camminata lungo il sentiero che serpeggia tra le rovine. Non molto lontano trovate l’indicazione per le concerie medievali.

Proseguendo si arriva al cancello di ingresso sulla destra. Da lì inizia la discesa nella lussureggiante valle sottostante.

Scendendo, la strada in alcuni punti è scavata nella roccia e attorno si possono vedere le vecchie concerie medievali, molto interessanti e alcune in ottimo stato di conservazione.

L’escursione è adatta anche ai bambini.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI