ATTUALITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

Come l'amore, "lo spazio verde" non ha età: cosa bolle in pentola nel paese di Capaci

Il senso è già tutto nel nome che hanno scelto, "Spazio verde senza età". Un progetto, di quelli belli da annunciare e supportare, perché ce n'è bisogno

Marta Genova
Giornalista
  • 26 febbraio 2022

Il senso è già tutto nel nome che hanno scelto, "Spazio verde senza età". Un progetto, di quelli belli da annunciare e supportare, perché ce n'è bisogno.

Siamo a Capaci, comune in provincia di Palermo. L'obiettivo dei suoi promotori, l'Associazione LiberAmbiente, è quello di trasformare un'area già da loro adottata e di cui si prendono cura dalla fine del 2019 in un luogo per tutti. «C'è un regolamento comunale che dà la possibilità alle attività commerciali di adottare gli spazi verdi delle città - racconta il presidente dell'associazione Giuseppe Chiofalo -, regolamento successivamente esteso anche alle associazioni, ed è così che abbiamo fatto richiesta per questo luogo, in via Rosa Balistreri (già Via Primo Carnera), che negli anni è sempre stato frequentato da tanta gente ma non sempre sentito come "sicuro".

Abbiamo fatto dei piccoli interventi di manutenzione, dal ripristino dei cestini per la spazzatura e per le deiazioni canine, alle panchine e abbiamo anche piantato tre alberi, uno all'anno, che stanno crescendo bene. Da quando a dicembre è stata inaugurata la fermata metropolitana di Capaci, la fermata Ferrovia Kennedy della Linea Palermo-Punta Raisi, l'area è diventata anche un luogo di interscambio e la fequenza è sempre più alta, ed è così che abbiamo pensato alla realizzazione di questo progetto, Spazio verde senza età».
Adv
Uno spazio urbano, diviso in tre, uno per lo sport, uno per i bambini e l'angolo lettura. Un luogo per tutti in cui chiunque possa avere il proprio spazio per dedicarsi ad attività semplici, ludiche o sportive, ma in condivisione appunto con gli altri. Bambini, giovani, anziani, potranno sare insieme, cosa che sembra banale o scontata, ma nella realtà non è così e infatti non ci sono altri luoghi simili nelle vicinanze.

«Diventerà un piccolo parco dedicato al benessere delle persone - continua Giuseppe - e sarà dotato di strutture moderne. Saranno installate attrezzature da gioco e materiali che siano attenti alla tematica della sostenibilità ambientale, duraturi e garantiti nel tempo e provenienti da materiali riciclati.

Noi sosteniamo inoltre lo street Workout & Calisthenics, è un'attività fisica da fare all'aperto e a corpo libero, che simboleggia la libertà di movimento e incoraggia la socializzazione. Crediamo inoltre che il senso di comunità e la libertà di movimento siano la chiave dell'outdoor fitness e di questo tipo di allenamento. L'attrezzatura si compone attraverso barre di diverse dimensioni, posizioni e altezze per adattarsi a tutti gli esercizi, dai pull up alla bandiera umana e sarà composta da sistemi combo che contengono la possibilità di effettuare diversi esercizi.

Non mancherà poi uno spazio in cui potersi rilassare e leggere un buon libro, è prevista infatti l'installazione di una libreria per il book-sharing all'interno di un’antica cabina telefonica. Daremo nuova vita ad un vecchio arredo urbano creando una mini libreria in cui ognuno potrà lasciare o prendere un libro».

Il progetto è stato autorizzato dall'ufficio tecnico del comune ed è passato al vaglio persino della sovrintendenza dei Beni culturali di Palermo che ha dato l'ok. Insomma è tutto pronto, adesso servono i soldi perchè LiberAmbiente si muove in autofinanziamento e dunque serve l'aiuto di chi crede nella bontà di quest'azione.

«Chiediamo l'aiuto di tutti - conclude Giuseppe -, anche piccole donazioni che possono fare veramente tanto. Abbiamo aperto una campagna crowdfunding che chiunque voglia dare una mano può sostenere e condividere. Oltre alle attrezzature per il parco ci occuperemo, come fatto fin ora, del rifacimento del verde, attraverso la messa a dimora di altri alberi, arbusti e piante aromatiche all'interno di nuove e colorate aiuole. E ci sarà inoltre una bacheca che mostrerà tutti i partner commerciali che hanno sostenuto l'iniziativa».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

LE FOTO PIÙ VISTE