CRONACA

HomeNewsAttualitàCronaca

Disinnescata la bomba d'aereo (inesplosa) trovata a Santa Ninfa: i dati delle bonifiche

L'ordigno è stato rinvenuto lo scorso 16 gennaio in un fondo agricolo, nell'ambito dei lavori di realizzazione di un impianto fotovoltaico. Dove è stata fatta brillare

Balarm
La redazione
  • 22 marzo 2024

Per visualizzare questo video, dai il tuo consenso all'uso dei cookie dei provider video.
In una cava in disuso confiscata alla mafia sul territorio di Montevago è stata fatta brillare dal quarto Reggimento Genio Guastatori una bomba d'aereo americano di 600 libbre.

L'ordigno è stato rinvenuto lo scorso 16 gennaio nel Comune di Santa Ninfa in un fondo agricolo, nell'ambito dei lavori di realizzazione di un impianto fotovoltaico.

Le operazioni di rimozione, coordinate dalla prefettura di Trapani, sono avvenute stamattina e si sono concluse nella stessa mattinata.

Dal luogo dove si trovava la bomba e per un raggio di 1,5 km sono state fatte allontanare le persone.

AIl 4° Reggimento Genio Guastatori è un reparto dell'Esercito Italiano con sede nella città di Palermo. Il Reggimento ha capacità operative molto variegate, tra queste quella della bonifica e distruzione di ordigni inesplosi delle seconda guerra mondiale per tutto il territorio siciliano.

Le bonifiche vengono effettuate da militari altamente specializzati che compongono i team E.O.D. (Explosive Ordnance Disposal), più comunemente denominati artificieri.
Adv
Gli EOD dell'Esercito sono gli unici abilitati ad intervenire su questi residuati bellici. Ogni anno in Sicilia vengono rinvenuti centinaia di ordigni inesplosi che l'Esesercito italiano neutralizza e distrugge.

I dati delle bonifiche in Sicilia
Nel 2023 sono stati portati a termine 86 interventi dei team EOD e sono stati distrutti 506 ordigni, residuati bellici. Finora, nel 2024 in tutto sono 15 interventi effettuati dai team EOD a oggi, con 163 ordigni residuati bellici distrutti.

Da notare che il numero degli ordigni è superiore al numero d'interventi perchè spesso nella stessa operazione di bonifica si distruggono decine di residuati trovati contemporaneamente nello stesso luogo.

Quello del 22 marzo è stato il 4° intervento di bonifica dell'Esercito nella provincia di Trapani.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

I VIDEO PIÙ VISTI