MOBILITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

E Ztl notturna sia: a Palermo il Comune ha deciso, via dal 10 gennaio con più sicurezza

Un'assemblea cittadina ha messo di fronte cittadini, commercianti e amministrazione comunale: previste misure per la sicurezza e un piano per poter pedonalizzare

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 9 dicembre 2019

Un momento dell'assemblea cittadina sulla Ztl a Palermo

Adesso è certo, almeno così dovrebbe essere: la Ztl notturna a Palermo prenderà il via il prossimo 10 gennaio. Una data venuta fuori da un'assemblea cittadina svoltasi in piazza Fonderia in cui erano presenti sia il sindaco Leoluca Orlando che l'assessore al Traffico Giusto Catania, e non solo, c'era il vicesindaco Fabio Giambrone, buona parte della prima circoscrizione capitanata da Massimo Castiglia, rappresentanti di diverse associazioni di categoria come Confcommercio e Confesercenti, e ancora diversi proprietari di locali e molti residenti den centro storico.

Quello che è emerso dai vari interventi dei residenti sono i malumori legati alla movida notturna, all'incivilta di chi non considera che al centro storico molti ci vivono. «Non c'è sicurezza senza controllo» dicono in molti, motivo per cui si è deciso di organizzare una riunione in prefettura per organizzare una squadra interforze. Servono delle regole e qualcuno che le faccia rispettare per rendere armonica la convivenza tra chi vive in centro e chi esce la sera e frequenta il centro storico. Da più anime è emerso che c'è bisogno di più controlli e sicurezza, come avevamo scritto riportando le paure di alcune ragazze.



Una cosa rispetto alle pedonalizzazioni e la Ztl è certa, «Procediamo senza fretta ma senza sosta verso il cambiamento» ha detto il sindaco. È stato questo il messaggio venuto fuori durante il confronto in cui erano presenti anche diversi esercenti del centro storico. «A volte bisogna andare contro il consenso per avere più consenso», hanno dento sindaco e assessore dopo lo slittamento e diverse polemiche legate alla fruizione della Ztl stessa.

I giorni in cui sarà attivala Ztl notturna saranno il venerdì e il sabato.

Il dibattito si è incentrato anche sulle tante persone, sia palermitane che straniere, che stanno investendo in questa città e nel suo centro da rivalutare sempre di più. E proprio sul fronte delle misure riguardanti il centro storico l'amministrazione Orlando non vuole arretrare, portando avanti il suo progetto di rinnovamento. Aumenteranno i controlli, è quello che assicura la giunta, e la priorità sarà la lotta agli abusivi: spirito di legalità ma senza una repressione eccessiva.

«È stata una bellissima assemblea - ha spiegato il sindaco Leoluca Orlando - che dimostra come sia cambiato il centro storico. I problemi nascono anche dai risultati positivi che oggi abbiamo raggiunto. Ci saranno usa serie di interventi che renderanno fruibile l'accesso al centro storico, con scelte quanto più condivise. Andiamo avanti senza fretta ma senza sosta. Il centro storico era la periferia più degradata d'Italia, oggi è diventata la più amata. Ora serve pedonalizzare e ridurre l'uso di mezzi privati».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI