ASTRONOMIA

HomeMagazineLifestyleSocietà

Giove e Saturno si baciano e la Terra ce li fa guardare da vicino: torna la "Stella di Natale"

Un evento eccezionale, l'ultima volta che è stata vista in cielo la "stella del Natale" fu nel 1226. Una quantità straordinaria di luce da far impallidire la luna piena

Balarm
La redazione
  • 20 dicembre 2020

la "stella di Natale"

Sarà un fortuita coincidenza o un segnale dal cielo, per quanti vogliono crederci, ma dopo un anno così funesto che ha colpito il mondo intero, tornerà a splender e a essere visibile, la “stella di Natale”.

È considerato tra gli eventi astronomici straordinari di questo 2020 che, proprio in cielo, ha visto disposizioni eccezionali.

Nella notte del 21 dicembre, in cui ricade il Solstizio d’Inverno, basterà alzare gli occhi al firmamento per assistere ad un vero e proprio spettacolo di cui saranno protagonisti Saturno e Giove.

L’allineamento tra i due pianeti si ripete ogni 20 anni ma quest’anno, dal nostro punto di vista, si tratterà di un fenomeno davvero eccezionale perché la posizione della Terra li farà apparire talmente vicini da sembrare un unico astro. Così luminoso da essere paragonato alla cometa di Betlemme, che guidò i re Magi.

Una quantità straordinaria di luce da far impallidire la luna piena e caso vuole, proprio in questo 2020, che la Stella di Natale - com’è altrimenti detta - cada giusto a ridosso della nascita di Gesù Bambino.

L’ultima volta che i due pianeti (normalmente istanti tra loro circa 730 milioni di km) si sono “uniti” in questa maniera risale al 1226, nel Medioevo.

Il momento in cui si vedrà più nitidamente è da 20 a 30 minuti dopo il tramonto.

Nell’emisfero nord l’effetto sarà visibile dal 16 al 25 dicembre mentre in quello sud, dove ci troviamo noi, solo il 21 dicembre.

Noi vi suggeriamo di non perdevi questo spettacolo eccezionale perché la prossima volta che si ripeterà sarà nel 2080.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI