CRONACA

HomeNewsAttualitàCronaca

Il Comune ci ripensa, nuovi orari per giardini e ville: quando chiudono i parchi a Palermo

Dopo le polemiche scattate nei giorni scorsi, l'amministrazione posticipa la chiusura di alcune ville e giardini pubblici: ecco quali e i nuovi orari

Balarm
La redazione
  • 28 novembre 2023

Una delle fontane di Villa Trabia, a Palermo (Foto di Daniele Cusimano)

Il Comune ci ripensa e cambia gli orari di ville e giardini posticipando la chiusura. Dopo le polemiche scattate nei giorni scorsi, l'amministrazione slitta la chiusura della maggior parte dei parchi pubblici di competenza dell'ufficio Verde comunale.

In particolare, nei giardini con impianti di illuminazione funzionanti i cancelli chiudono alle ore 18.30, un'ora e mezza dopo quanto previsto nel primo provvedimento, che fissava la chiusura alle ore 17.00.

Limite orario che aveva creato parecchi malumori tra i frequentatori di ville e parchi, soprattutto laddove sono presenti giochi per i bambini, ma anche aree per i cani o zone fitness.

Vicenda che era stata anche sollevata dai consiglieri del Pd dell'ottava circoscrizione, Emanuele Marino e Mari Albanese, che avevano chiesto al Comune «di mantenere gli orari dell’ora legale o, per lo meno, di fissare la chiusura dei giardini e parchi comunali alle 19:00 come avveniva negli anni passati».

Una richiesta soddisfatta in parte e solo in alcuni parchi pubblici.

Ecco i nuovi orari.

Dalle ore 7.00 sino alle ore 18.30 sono aperti Villa Costa, il Giardino Rosa Balistreri (Roseto), Villa Garibaldi, Villa Trabia e Giardini della Zisa. In quanto forniti di impianto di illuminazione che ne consente la fruizione anche in assenza della luce naturale.

Resta la chiusura alle ore 17.00 invece (sempre con apertura alle ore 7.00) per il Giardino Inglese (ora Parco Piersanti Mattarella), Parterre Falcone/Morvillo, Villa Giulia, Giardino dei Giusti e Villetta Tricoli.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI