RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Il liquore del passato segno di buon augurio: la semplice ricetta del rosolio alla cannella

È tempo di preparare una ricetta della tradizione siciliana: il vecchio "cordiale" delle occasioni semplici (e importanti), diffuso nell'isola tra la fine del '600 e l'inizio del '700

Balarm
La redazione
  • 8 maggio 2020

Rosolio alla cannella

Volgiamo lo sguardo indietro verso quei lussuosi palazzi dei nobili Viceré chiamati a governare la Sicilia. In quei luoghi di cene e balli festosi, arrivava il momento di concludere il pasto con un liquore raffinato che deliziasse il palato e accompagnasse le conversazioni: il Rosolio.

Una soluzione liquorosa derivata dalla macerazione ed infusione alcolica di petali di rosa ("ros solis", da cui prende il nome, ossia "rugiada del sole"), che veniva prodotto in casa e riposto nella credenza; all'occorrenza, veniva offerto agli ospiti in segno di buon augurio.

Oggi, seguendo il sistema di produzione originario, tramandato dalla nonna o da qualche vecchia zia che lo realizzava con le proprie mani ed i propri gusti in base alle essenze scelte, ne vengono prodotti innumerevoli tipi, tra questi quello in cui rivivono gli effluvi più inebrianti delle spezie d'Oriente, il Rosolio alla cannella.

Ottimo da gustare come "antidoto" nelle giornate grigie o per aromatizzare creme, dessert e bevande calde, qui di seguito vi spieghiamo come preparare questa antichissima ricetta, rituale della tradizione.



Ingredienti:

4 stecche di cannella
750 gr di alcool puro
500 gr di acqua
500 gr di zucchero

Attrezzi:

Barattolo di vetro con tappo ermetico
Pentola
Colino e/o garza
Bottiglia con tappo ermetico

Procedimento:

Mettete in un barattolo a chiusura ermetica, già sterilizzato, le stecche di cannella e versateci sopra 250 grammi di alcool puro. Fatelo riposare per una ventina di giorni in un luogo fresco, asciutto e al buio (perché alla luce lo zucchero contenuto fermenta aumentando la gradazione alcolica) e agitate il barattolo almeno un paio di volte a settimana.

Trascorso il tempo preparate lo sciroppo mettendo in una pentola 500 grammi di acqua e altrettanti di zucchero e poneteli sul fuoco a fiamma bassa, finchè l'acqua non sarà tornata trasparente e lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Togliete dal fuoco e fate raffreddare.

Non appena lo sciroppo di zucchero si sarà raffreddato riprendete il barattolo con la cannella e filtrate l’alcool in una bottiglia a chiusura ermetica utilizzando un colino a maglie fitte e/o una garza.

Unite anche lo sciroppo di zucchero nella bottiglia e aggiungete altri 500 grammi di alcool. Agitate leggermente e conservate con un pezzetto di cannella.

Mantenete il rosolio in freezer oppure conservate in luogo fresco e asciutto.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI