CICLISMO

HomeMagazineSport

In bici è diventato il "re dell'Etna": Daniele Castrorao è il nuovo recordman del vulcano

La prova consiste nello scalare in bicicletta in una sola volta e in un intero giorno le sei salite dai vari versanti del vulcano attivo più alto d’Europa

Balarm
La redazione
  • 1 luglio 2020

Gli atleti Daniele Castrorao e Mauro Giaconia

Quando si parla di scalate e imprese, Daniele Castrorao non si tira mai indietro. L’atleta palermitano 14 volte ironman, tesserato con il Tc2, nonchè istruttore di triathlon del club, lo scorso sabato, 27 giugno, ha completato il percorso che gli ha permesso di ottenere l’ambizioso brevetto “Re dell’Etna”.

La prova consiste nello scalare in bicicletta in una sola volta e in un intero giorno le sei salite dai vari versanti del vulcano attivo più alto d’Europa. Le scalate fanno registrare un totale di 200 chilometri e 7000 metri di dislivello in salita, partendo dalle diverse località alle falde dell’Etna, tutte collegate tra loro.

Il percorso prevede, nell’ordine, le seguenti tappe: Linguaglossa (piano Provenzana), Fornazzo (rifugio Citelli) Zafferana (rifugio Sapienza), Pedara (rifugio Sapienza), Nicolosi (rifugio Sapienza), Ragalna (piano Vetore).

Castrorao ha impiegato la bellezza di 12 ore effettive in sella alla sua bicicletta partendo alle 4 del mattino con l’uso di luci e per lo più in totale autonomia: in questa avventura, infatti, non c’è stato il supporto logistico di un’auto con rifornimenti o altro. Insieme a Daniele, l’amico fraterno, e anche lui iron man, Mauro Giaconia.

«Faccio i complimenti a Daniele a nome di tutto il club. Ancora una volta ci ha resi orgogliosi avendo conquistato questo ulteriore, grandioso record», commenta Roberto Rizzo, dirigente del Tennis club Palermo 2.

ARTICOLI RECENTI