MUSICA

HomeNewsCulturaMusica

La festa per il concertone di Radio Italia a Palermo è già iniziata: tutti i video delle prove

In città cresce l'attesa per il concertone al Foro Italico. Ieri migliaia di fan hanno seguito le prove dei cantanti che stasera saliranno sul palco: le immagini

Balarm
La redazione
  • 30 giugno 2023

Per visualizzare questo video, dai il tuo consenso all'uso dei cookie dei provider video.
Palermo in fermento per il concertone di Radio Italia al Foro Italico. La festa in città è iniziata con almeno 24 ore di anticipo. Sì perchè, ieri, migliaia di fan hanno assistito alle prime prove dei cantanti che questa sera saliranno sul palco (Ecco tutti i nomi degli artisti).

Da Paola e Chiara, che hanno fatto ballare il pubblico con la loro indimenticata "Vamos a bailar" a Rocco Hunt che dedica il suo "Nu juorno buono" proprio a Palermo. Ancora, fan in delirio attendono l'uscita di Emma dall'hotel, che non si è sottratta a concedere selfie e foto con la gente.

Ancora, Mr Rain, Sangiovanni, Irama e Rkomi, Levante e Diodato. Le prove proseguono anche questa mattina sul palco del Foro Italico. (Guarda tutti i video delle prove dei cantanti).

Intanto la città si prepara al grande show di questa sera. Rivoluzione traffico nella zona del concerto, ieri sono scattati i primi divieti e strade chiuse, a cui se ne aggiungono altre oggi. (In un nostro articolo tutti i divieti e l'elenco delle strade chiuse)

Circa 44 mila gli spettatori a cui sarà consentito accedere per seguire l'evento dal prato del Foro Italico: tre i macrosettori in cui è suddivisa l'area; due le zone di prefiltraggio (con staff addetto ai controlli), superate le quali si potrà poi accedere ai varchi che portano ai diversi settori. (In un nostro articolo tutte le regole su parcheggi, varchi e ingressi)
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

I VIDEO PIÙ VISTI