CORONAVIRUS

HomeMagazineSocietàAttualità

La Sicilia accelera sui vaccini: prenotazioni aperte per gli over 50 e novità per le isole minori

In Sicilia partono le prenotazioni per i vaccini anti-covid per gli over 50 e la vaccinazione di massa per tutti i maggiorenni delle isole minori, prima Lampedusa e Linosa. Tutte le novità

Balarm
La redazione
  • 6 maggio 2021

Al via da giovedì 6 maggio (dalle ore 20.00) in Sicilia le prenotazioni anche per gli over 50 (nati fino al 1971 compreso) e da venerdì la vaccinazione di massa per tutti i maggiorenni delle isole minori, prima Lampedusa, Linosa e Salina poi le altre.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, nel corso di una conferenza stampa organizzata a Palazzo d'Orleans.

Presenti all’incontro con i giornalisti il dirigente generale dell’assessorato alla Salute Mario La Rocca e i commissari per l’emergenza Covid delle tre Città metropolitane di Palermo (Renato Costa), Catania (Pino Liberti) e Messina (Alberto Firenze).

Le somministrazioni, effettuate con il siero di AstraZeneca, iniziano da giovedì 13 maggio e seguiranno l’ordine di prenotazione.

Per quanto riguarda, invece, i soggetti con patologie pregresse nella fascia di età compresa tra i 50 e 59 anni – secondo quanto previsto dalle raccomandazioni del Piano nazionale – le vaccinazioni saranno effettuate, a partire da venerdì 7, durante gli open day organizzati negli Hub e nei Punti vaccinali dell’Isola, con il siero di Pfizer-Biontech. Per tale categoria di soggetti non sarà necessaria la prenotazione.



OVER 50, COME PRENOTARE IL VACCINO
Anche in questo caso è attiva la piattaforma della struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane, prenotazioni.vaccinicovid.gov.it, ma si può accedere anche attraverso il portale regionale www.siciliacoronavirus.it.


Novità anche per isole minori
Venerdì 7 maggio infatti prende il via la campagna di immunizzazione degli abitanti maggiorenni delle isole e dei lavoratori stagionali non residenti.

Il governo regionale, raccordandosi con il commissario Covid Francesco Paolo Figliuolo, sta preparando il piano per la vaccinazione di massa.

In base al piano "isole Covid free", la prima a partire sarà Salina nelle Eolie, dove si comincerà venerdì: 1.400 le persone in lizza. "Verranno vaccinati tutti i cittadini, dai 18 anni in su senza prenotazione e senza target - dice il commissario Covid a Messina, Alberto Firenze - Avremo la collaborazione del ministero della Difesa, che ci supporterà con proprio personale".

Il via coincide con la consegna in Sicilia di 30mila dosi di Moderna, che arriveranno col corriere Sda di Poste Italiane.

«Dobbiamo andare avanti – ha detto nei giorni scorsi il governatore della Sicilia Musumeci - vaccinando quanta più gente possibile. Abbiamo aspettato abbastanza e nessuno può accusarci di non aver rivolto la prioritaria attenzione alle fasce più deboli e fragili. Niente più scorte nei frigoriferi, in attesa che avvenga una “conversione” da parte dei cittadini diffidenti.

Aver registrato in Sicilia cinque decessi, che secondo i mass media potevano essere collegati alla somministrazione di AstraZeneca, ha determinato una psicosi comprensibile ma ingiustificata. Tutto questo ha rallentato non solo l’immunizzazione della fascia anagrafica interessata, ma ha anche avuto una ricaduta negativa sugli ultra ottantenni. E non ce lo possiamo permettere. Gli operatori sono pronti e le Asp già mobilitate: andiamo avanti».

Dall’inizio della campagna vaccinale, in Sicilia sono stati già somministrati oltre un milione e mezzo di vaccini (poco più di un milione come prima dose e il resto come seconda). Al momento, nell’Isola, risulta già immunizzato (con doppia dose o monodose del vaccino Janssen) il 10 per cento di tutta la popolazione.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI