ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

Lontano dai lidi e dalla folla dei turisti: le 5 spiagge "segrete" da scoprire in Sicilia

Se pace e tranquillità sono i vostri “must" immancabili qui in Sicilia vi ci sono angoli poco frequentati che vale la pena di conoscere. Ecco cinque spiagge da scoprire

Balarm
La redazione
  • 8 agosto 2021

Se pace e tranquillità - oltre ad un bel mare - sono i vostri “must" immancabili per qualche giorno di relax e volete sfuggire alla folla di vacanzieri, qui in Sicilia vi ci sono angoli poco frequentati che vale la pena di conoscere.

Sia che siate turisti che avere scelto la nostra Isola per più giorni di permanenza, sia che siate siciliani e vogliate dedicarvi un giorno intero di relax i nostri suggerimenti vi saranno certamente utili.

Abbiamo selezionato, nei diversi angoli dell’Isola (così da soddisfare le esigenze di tutti e non doverla attraversare tutta per scovare un angolo di serenità) cinque spiagge non conosciute dalla massa e dunque poco affollate che, di questi tempi, è ancor di più un valore aggiunto.

SPIAGGIA DI MONGIOVE
Nel comune di Patti, nella frazione di Mongiove (nel messinese), a poca distanza dai più famosi laghetti di Marinello, si trova la spiaggia di Mongiove, appunto.

Si distingue dalle altre della zona limitrofa per la presenza di sabbia; è molto estesa come spiaggia e gode della spettacolare vista su grotte marine e faraglioni, che si ergono dal mare a pochi metri dalla battigia. Non è attrezzata e dunque dovrete organizzarvi per tempo se vorrete passare qui un’intera giornata (e ne vale la pena). Si raggiunge percorrendo la E90 imboccando lo svincolo per Patti.



PUNTA BIANCA
È considerata la sorella minore della più famosa Scala dei Turchi, nell'agrigentino, ma non ha nulla da invidiarle. Si distingue subito per essere uno sperone roccioso di calcare bianco che si protende sul mare; presenta un litorale composto da un serie di calette, ora sabbiose, ora rocciose, con un mare limpido e cristallino.

E, tutto intorno, potrete godere di una natura incontaminata e selvaggia dominata dal Monte Grande. Per raggiungerla, oltre alle scorte di acqua e cibo, perché è quasi un’oasi deserta, vi consigliamo di indossare scarpe adatte. Si raggiunge dalla SS 115 seguendo le indicazioni per Punta Bianca. Arrivati al parcheggio, ben indicato, percorrete un sentiero a piedi che vi porterà in circa dieci minuti alla spiaggia.

SPIAGGIA DELL'ASINELLO
La seconda tappa nell'agrigentino che vogliamo segnalarvi è la spiaggia dell’Asinello a Selinunte. Il suo miglior biglietto da visita è la Riserva Orientata del Fiume Belice, che la limita da un lato, definendo con la spiaggia dell’Asinello, la zona più incontaminata e selvaggia di questo tratto di costa.

Questa si presenta come una piccola caletta di sabbia dorata incastonata nella macchia mediterranea; un luogo selvaggio e contaminato da veri intenditori. Si raggiunge percorrendo la SS 115 seguendo le indicazioni per il Paradise Beach Resort.

BAIA DI SANTA MARGHERITA
Spostandoci verso l’area del Trapanese si trova la Baia di Santa Margherita a Castelluzzo, un luogo incantevole e quasi mai affollato rispetto alla località, prossima, di San Vito Lo Capo.

Deve il suo nome alla cappella votiva dedicata a Santa Margherita che si trova proprio all’ingresso della baia, un piccolo angolo di paradiso caratterizzato da una sabbia bianchissima e dal mare cristallino. Si raggiunge percorrendo la Strada provinciale 16, seguendo le indicazioni per San vito lo Capo.

SPIAGGIA DEI FRANCESI
Avvicinandoci a Palermo, a Bagheria in particolare, si trova la Spiaggia dei Francesi. Di certo molto conosciuta dai palermitani e dai residenti ma meno dai turisti di passaggio. Si trova nel golfo di Mongerbino e si chiama così per l’altissima presenza di turisti francesi che negli anni l’hanno scelta come meta balneare preferita.

È una piccola insenatura incastonata tra Capo Zafferano e Marina di Aspra, circondata da rocce e macchia mediterranea che, vista dall’alto, sembra una cartolina. E’ una delle spiagge più bell della zona costiera di Palermo, famosa per le sue acque cristalline, tutta da scoprire anche solo al calar del sole quando è ancora meno frequentata.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

GALLERY RECENTI