TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Canti, fiabe e storie di Sicilia: la stagione del Ditirammu

Arriva la Stagione autunnale del teatro Ditirammu, tra tradizioni e grandi protagonisti, con un programma ricco di spettacoli e appuntamenti per grandi e piccini

  • 14 ottobre 2015

Il nome ci dice già tanto: Ditirammu, una forma di spettacolo della Grecia antica, il ditirambo, rivisitata in chiave tutta sicula. Un teatro piccolo e familiare quello di via Torremuzza a Palermo, che conta cinquantadue posti a sedere e che festeggia i suoi vent’anni presentando la nuova Stagione autunnale, assai variegata, tra musica, teatro e appuntamenti per bambini.

Da ottobre a dicembre, dal venerdì alla domenica, si avvicenderanno sul palco del Ditirammu artisti come Jerusa Barros, i Kalvi, Giuseppe Milici, Stefania Blanderburgo, nomi in gran parte legati da anni a questa piccola realtà teatrale (visualizza il programma completo).

Per l’intera stagione autunnale del Teatro, vengono proposte varie formule di abbonamento che prevedono l'opzione con cinque spettacoli a scelta (da 72 a 54 euro), quella con sette spettacoli a scelta (da 95 a 70 euro) e quella con dieci spettacoli a scelta (da 128 a 96 euro).

I primi appuntamenti della stagione sono quelli di “Ditirammu d’Autore” che si terranno ogni venerdì a partire dalle ore 21 e che rappresenta un’occasione unica per dare spazio ad artisti e musicisti locali, offrendo a chi propone lavori originali un palcoscenico e un pubblico.



Si parte il 9 ottobre con l'appuntamento con iKalvi. Seguiranno altri appuntamenti di spicco, tra cui quello del 30 ottobre, con Oriana Civile, e il grande ritorno, il 6 novembre, di Rosa Mistretta. Per i sabato sera è prevista invece la rassegna "Pezzi di Cuore", dedicata agli artisti cari ai fondatori del Ditirammu, Rosa e Vita Parrinello.

Questa rassegna, che avrà inizio il 17 ottobre con l'esibizione di Giuseppe Milici e Roberto Gervasi, vedrà succedersi sul palco personaggi strettamente legati alla tradizione siciliana: Rosellina Guzzo, Stefania Blandeburgo, i Tamuna, Gigi Borruso, Toti e Totino, Paride Benassai e Mario Incudine sono solo alcuni dei nomi dei protagonisti.

La domenica mattina sarà invece dedicata ai più piccoli, con la banda di Nicù e il cantastorie Marco Manera. Tra i vari cunti ve ne sarà anche uno dedicato a Falcone e Borsellino scritto dal giornalista-scrittore Daniele Billitteri.

Fra gli appuntamenti da non perdere quello con “CuntaBilli: lassa apertu ca ora viegnu” in programma la domenica pomeriggio. Si tratta di uno spettacolo in 18 episodi di Daniele Billitteri, che ci racconta Palermo spiegandoci come sopravvivere nella giungla della città.

Gli abbonamenti vanno effettuati previa prenotazione o telefonica al numero 331.1044500 o via email a spettacoli@teatroditirammu.it entro e non oltre tre giorni prima del primo degli spettacoli che si è deciso di vedere.

La prenotazione è gradita anche per l'acquisto dei biglietti singoli, che hanno un costo di 16 euro per il biglietto intero, spuntino incluso, di 12 euro per il ridotto e di 7 euro per la domenica mattina.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI