MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Il jazz dell’Open Music Club

Balarm
La redazione
  • 26 febbraio 2004

Altra settimana densa di appuntamenti quella che oggi, giovedì 26 febbraio, si aprirà all’Open Music Club di Palermo (via Nicolò Turrisi 51/53), all’insegna questa volta del jazz siciliano. Si parte stasera con il doppio concerto (ore 21.30 e 23.15) del Giorgia Meli Quintet, formazione della vocalist Giorgia Meli che sarà accompagnata da Gaspare Palazzolo (sax tenore), Lino Costa (chitarra), Luca Lo Bianco (contrabbasso), Giampaolo Terranova (batteria). Allieva di Loredana Spata, Giorgia Meli partecipa alla realizzazione del disco “Muito Obrigado” di Vincenzo Palermo.

Due partecipazioni discografiche come membro dell’Open Jazz Orchestra diretta da Mimmo Cafiero (“Open Jazz Orchestra plays musica italiana” del ’97 e “Open Jazz Orchestra plays sicilian songs” del 2000), nel 2001 partecipa al “Premio Massimo Urbani”, accompagnata da Stefano Bollani, Paolo Dalla Porta, Massimo Manzi, aggiudicandosi il premio del pubblico. Tra i progetti a lei più cari i “Duke Ellington Singers” diretti da Enzo Randisi, e l’“Open Jazz Vocal Band”, quartetto vocale ideato e diretto da Loredana Spata. Nel 2003 lavora con i produttori Roberto Terranova e Luca Lento al progetto di musica elettronica “Ladybird” ed incide il singolo “Running”. Oltre a continuare la propria collaborazione con Vincenzo Palermo (“Avenida Lua”), ha collaborato in ambito teatrale con gli attori palermitani Sandro Dieli e Giuseppe Moschella.

Adv
Venerdì 27, alle ore 22 sarà la volta del quartetto di Laura Campisi (voce), con Marco Mazzamuto al piano, Bino Cangemi al contrabbasso e Paolo Mignosi alla batteria. Promettente cantante palermitana, allieva di Loredana Spata, già l’anno scorso ha preso parte alla rassegna “Summer Night” degli “Amici della Musica” di Palermo con un tributo a Billie Holiday, accompagnata da alcuni tra i più noti jazzisti sicilianai. Per il concerto all’Open Music presenterà un repertorio di love-songs e standards della tradizione jazz. Un chitarrista di agile tocco calcherà il palco del club sabato 28 (ore 21.30 e 23.15) con il suo quartetto, Sergio Munafò, sorretto da una solida sezione ritmica composta da Riccardo Randisi (piano), Igor Ciotta (basso elettrico), Giampaolo Terranova (batteria), per proporre una serie di pezzi tratti dal repertorio degli standard americani, la rivisitazione di famosi brani della tradizione leggera italiana nonché alcune composizioni dello stesso chitarrista.

Domenica 29 alle 21.30 ed alle 23.15 toccherà al Gordon Blue Quartet – Fabrizio Cassarà (sax tenore), Carmelo Venuto (chitarra), Guido Curto (piano), Bino Cangemi (basso), Paolo Mignosi (batteria) – che in questa particolare occasione incontrerà il chitarrista catanese Carmelo Venuto per un programma di standards della tradizione bebop ricreando atmosfere degli anni d’oro della blue note. Lunedì prossimo, 1 marzo alle 22 si aprirà la programmazione del mese di marzo con la jam sorretta da un nuovo trio session, quello composto da Marco Mazzamuto (piano), Bino Cangemi (contrabbasso) e Paolo Mignosi (batteria).

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI