LA CAMPAGNA

HomeMagazineCulturaTeatro

Mecenatia: un crowdfunding per lo spettacolo natalizio

L'associazione culturale palermitana Mecenatia lancia una campagna di crowdfunding per sostenere le spese di produzione dello spettacolo teatrale "A Chrismas Carol"

  • 5 dicembre 2016

Il valore del Natale, della famiglia, dello stare insieme: a questo si ispira lo spettacolo ideato dall’associazione culturale di Palermo Mecenatia che per realizzare il progetto teatrale dal titolo "A Christmas Carol" lancia una campagna di crowdfunding.

È il 10 dicembre la scadenza per partecipare alla campagna tramite la piattaforma Produzioni dal Basso e contribuire così alla possibilità di mettere in scena lo spettacolo in programma per l'11 dicembre al Teatro Agli Archi di Palermo. La raccolta fondi servirà proprio per sostenere le spese della produzione: scenografie, costumi, impianto luci e audio, tecnici e campagne pubblicitarie.

Mecenatia è una giovane realtà culturale palermitana il cui scopo è quello di ricercare, scoprire e promuovere tutte le arti della dimensione teatrale, ponendosi come focolare dei giovani che aspirano a lavorare nel mondo del teatro. Un’aspirazione che, molto spesso, obbliga i giovani artisti a lasciare la Sicilia per cercare altrove l’opportunità di fare della propria passione una professione.



Si propone dunque di fare essa stessa un percorso di crescita, che possa offrire alla città di Palermo, un’occasione per spezzare, nel suo piccolo, quella logica che associa il lavoro in ambito artistico ad un biglietto di sola andata.

Lo spettacolo "A Christmas Carol", interamente prodotto e finanziato da Mecenatia, è uno spettacolo ideato per coinvolgere le famiglie e i bambini, trasmettendo i valori del Natale che viene caricato - come spiega l'associazione - del significato di punto di svolta, di trasformazione nella vita degli uomini, dal materialismo e dall’avidità di sentimenti alla bellezza che assume la vita, nel momento in cui ci si prodiga per il prossimo.

Liberamente ispirato al celebre racconto omonimo di Charles Dickens, "A Christmas Carol", nella rielaborazione di Chiara Giacopelli, ricostruisce, in chiave teatrale, gli episodi più intensi della storia.

Ebenezer Scrooge, avaro uomo d’affari di una Londra ottocentesca, si ritrova, incredulo, in un viaggio spirituale che, per un’intera notte, lo conduce nei meandri della coscienza attraverso gli "spettri" della memoria. Saranno proprio i ricordi, rivissuti come brevi pellicole, a dare a Scrooge un’ultima possibilità di redenzione.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI