SALUTE

HomeMagazineSalute

Non strappiamoci i capelli: cibi dell'autunno per farli crescere presto e bene

Un po' come gli alberi, anche a noi in autunno "cadono le foglie": perdiamo i capelli vecchi perché ne nascano di nuovi. Ma come aiutarci ad avere nuovi capelli sani e forti?

Laura Napoli
Biologo nutrizionista
  • 20 ottobre 2017

L’equinozio del 22 settembre scorso ha segnato il definitivo passaggio tra l’estate e l’inverno: e sì le mezze stagioni non esistono più, le giornate diventano sempre più corte, la luce solare si affievolisce, le temperature si abbassano e io ho finito le frasi fatte…

Ah no, aspettate: la natura cambia, muta, le foglie degli alberi perdono la colorazione primaverile, assumendo le tonalità più calde del rosso, giallo e arancio; foglie che si preparano, in questo periodo di passaggio, a cadere lasciando così gli alberi spogli. Ecco, adesso ho finito, mi sono liberata.

Un po' come gli alberi, anche a noi cadono le foglie: per tutta casa stendiamo un tappeto di capelli importante, ma, come le foglie, questo processo è necessario perché segnale di un cambiamento che fa spazio alla rinascita (da non confondere con la ricrescita).

La domanda, a questo punto, è: come far crescere i "nuovi" capelli sani e forti?

Neanche a dirlo anche qui l’alimentazione è parte fondamentale della risposta, ed è la stessa composizione del capello a farcelo capire. Esso, infatti, è costituito, oltre che da acqua, grassi, minerali e pigmenti, dalla Cheratina, proteina a sua volta composta da diversi aminoacidi (il predominate è la Cisteina), che devono essere assunti mediante una corretta alimentazione.

Una dieta sbilanciata e carente non favorisce la crescita di un capello forte e sano (escludendo naturalmente calvizie genetiche e patologie del cuoio capelluto in cui l’alimentazione corretta non basta).

Sulla base di una alimentazione sana ed equilibrata, alcuni alimenti ci aiutano in questo processo di rigenerazione:

Le proteine (e amminoacidi): nutrono e danno forza al capello. Il corpo sintetizza la cisteina dalla metionina (aminoacido essenziale che deve essere assunto tramite l’alimentazione: è presente in buone quantità nelle uova, pesce, carni, noci del Brasile e semi di sesamo).

La cisteina inoltre si trova nella maggior parte dei alimenti ad alta percentuale proteica compreso la ricotta, yogurt, carni rosse e bianche, germe del frumento e fiocchi di avena.

Omega 3: lo troviamo, come sappiamo, nel pesce ed in particolare in quello azzurro (sarde, acciughe, alici, tonno, capone, salmone e pesce spada), ma anche nella frutta secca (in particolare nelle noci), nei semi e olio di lino e nei semi di chia: oltre alle note proprietà a favore del cuore e delle arterie, gli omega 3 contribuiscono a proteggere l’integrità della cute formando un "film idro-lipidico" che previene la perdita di acqua e di conseguenza la secchezza della cute, la forfora e le dermatiti.

Vitamine: tutte le vitamine sono importanti per la crescita e la robustezza del capello. La Vitamina A, contenuta nel tuorlo d’uovo, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nel fegato produce sebo e previene l’invecchiamento e la caduta del capello.

La Vitamina E, potente antiossidante contenuto negli oli vegetali, nel germe di grano, nelle mandorle, nelle nocciole, nelle arachidi e nelle noci, ossigena il cuoio capelluto donando lucentezza e prevenendone la caduta. Tutte le Vitamine del gruppo B, contenute nei legumi, nelle uova, nelle verdure e nei cerali integrali, aiutano il capello a restare in un buono stato di salute, (Vit.B1 energizzante, la Vit.B2 e B5 per la lucentezza, Vit.B3 ristruttura, Vit.B12 per l’ossigenazione e la crescita).

Minerali: lo Zinco, contenuto nel manzo, maiale, agnello, lievito di birra, uova, semi di zucca, vegetali e legumi, favorisce la crescita dei capelli. Il Rame, contenuto in frattaglie, cereali, fave, frutta secca, gamberetti, frutti di mare, contribuisce alla sintesi della melanina che colora i capelli.

Il Magnesio produce enzimi che sintetizzano la melanina, ne sono ricchi legumi, cereali, frutta secca, banane, verdure a foglia verde; lo Zolfo, di cui è ricca la cisteina, rinforza i capelli ed è contenuto nelle carni bianche, nel fegato e nel prosciutto.

Il Ferro, elemento fondamentale per la sintesi dell’emoglobina e l’ossigenazione dei tessuti, tra cui l’epidermide e il cuoio capelluto, è ben rappresentato nelle proteine animali (carne, pesce, uova e latticini), in quelle vegetali (legumi e cereali integrali) e in tutta la verdura (specialmente gli spinaci) e la frutta.

Una alimentazione varia ed equilibrata garantisce tutti i nutrienti di cui il capello ha bisogno. Diete restrittive per perdere peso o stili alimentari carenti possono portare ad un indebolimento del cuoio capelluto e ad una conseguente crescita non sana del capello.

articoli recenti