TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Partono le Tragedie Greche: Ficarra e Picone in "Rane"

Dal 7 maggio al 9 luglio al Teatro Greco di Siracusa "Sette contro Tebe" di Eschilo, "Fenicie" di Euripide e la commedia "Rane" di Aristofane, con Ficarra e Picone

Eugenia Nicolosi
Giornalista e scrittrice
  • 23 marzo 2017

Affrontare tematiche attuali attraverso il mito di ieri, lasciandosi condurre in un mondo e in un tempo "altro" dalla potenza del teatro.

Quali sono le tematiche? La drammaticità di una città assediata, la democrazia e perfino il potere nel suo senso più ampio e, le tre opere che per la prossima stagione delle rappresentazioni Classiche al Teatro Greco di Siracusa indagano su queste e sull'evoluzione del teatro.

Sono in programma le tragedie "Sette contro Tebe" di Eschilo a partire dal 6 maggio, "Fenicie" di Euripide dal 7 maggio e  la commedia "Rane" di Aristofane, dal 29 giugno, affidate rispettivamente alla regia di Marco Baliani, Valerio Binasco e Giorgio Barberio Corsetti. Le due tragedie si alterneranno fino al 25 giugno, tranne il lunedì. La commedia, invece, sarà in scena tutti i giorni fino al 9 luglio. 

Per tutti e tre iregisti è la prima andata in scena a Siracusa e, sempre tutti e tre, riproporranno i tre classici secondo una visione totalmente nuova. Marco Baliani, per "Sette contro Tebe" di Eschilo, ha scelto gli attori Marco Foschi, per il ruolo di Eteocle, e Anna Della Rosa per Antigone.



"Fenice" torna in scena per la seconda volta dopo quasi 50 anni di assenza - il primo e unico allestimento è stato nel 1968 - con Guido Caprino nel ruolo di Eteocle, Gianmaria Martini in quello di Polinice e Isa Danieli nei panni di Giocasta e si: le due tragedie raccontano la stessa storia, soltando da due diversi punti di vista. Ls scena è sempre la città di Tebe, devastata e assediata. 

Due originali interpreti per la commedia di Aristofane, che vede al debutto in uno dei più classici contesti i comici Salvo Ficarra e Valentino Picone, nei ruoli di Xantia e Dioniso, accompagnati dalle musiche dal vivo dei SeiOttavi e da moderni effetti visivi. 

In tutti e tre gli spettacoli il coro è formato dagli allievi dell’Accademia d’arte del dramma antico, una delle eccellenze tra le attività portate avanti ogni anno dalla Fondazione Inda, l'Istituto nazionale del dramma antico, noto proprio per l'organizzazione delle rappresentazioni classiche, festival che nel 2017 festeggia il 53simo anniversario.

I biglietti possono essere acquistati online nei circuiti abituali, per maggiori informazioni si può visitare il sito della Fondazione Inda.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE