MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

The Bass Group: ritorna la musica allo Spasimo

Allo Spasimo un cartellone invernale composto da 40 concerti che rappresentano un legame profondo con l’avvincente realtà musicale siciliana

  • 27 gennaio 2011

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori
È la forza della musica a dare senso e valore alla rassegna concertistica della Fondazione The Brass Group, che ritorna ad allietare il pubblico con un nuovo calendario di appuntamenti. Saranno 40 concerti in tre mesi, che ospiteranno alcuni dei più interessanti personaggi della realtà musicale siciliana, e che si svolgeranno ogni settimana il giovedì, venerdì e sabato al Blue Brass ridotto dello Spasimo (via dello Spasimo 15, Palermo), da venerdì 28 gennaio a domenica 30 aprile. Ecco la programmazione di febbraio.

Sarà la compositrice Rita Collura, ad inaugurare la kermesse con una serata in cui dirigerà l’Orchestra Jazz Siciliana nell’omaggio a Luca Flores, venerdì 28 gennaio. Da "Six Blue Fragments" a "Silent Brother" passando per "How Far Can You Fly", i temi del pianista palermitano scomparso tragicamente nel 1995 saranno creativamente riletti dall’OJS secondo i canoni della migliore tradizione orchestrale del jazz. Giovedì 3 febbraio la scena passerà al duo composto da Gianni Gebbia e Diego Spitalieri, per un concerto che sarà sia un campionario sonoro tradizionale sia opportunità d'improvvisazione espressiva per i due artisti.



Ed ancora, la cantabilità tipicamente italiana di Vito Giordano e le sue Love Songs, venerdì 11 e sabato 12 febbraio, con una performance che sarà una ricerca del suono ricca, dettagliata ma mai patinata. Giovedì 17 febbraio ecco invece il tributo a Pat Metheny con l’ensemble diretto da Giuseppe Di Giorgio. Spazio alla tecnica, versatilità e dinamismo con la cantante Cristina Zavalloni impegnata sul palco del Blue Brass venerdì 18 e sabato 19 febbraio, quando rileggerà la chanson francese di Charles Aznavour. Giovedì 24 febbraio invece sarà la volta di Tiziana Ghiglioni, vincitrice del Premio Tenco nel 1994 e vincitrice di due nomination come Best Jazz Singer agli Italian Jazz Awards - nel 2007 e nel 2010.

Il giorno dopo, venerdì 25 il progetto Round Midnight proposto dal Quartetto di Gaetano Riccobono. Senso della misura, gusto e semplicità, unite alla raffinatezza melodica saranno le chiavi di volta dell’omaggio allo swing di Enzo Randisi che si terrà sabato 26 febbraio. Una rilettura condotta dal Mazzamuto’s Quintet con empatia, introspezione e creatività, per stabilire con gli standard un rapporto intimo e confidenziale, scavando a fondo dentro le radici ritmiche ed armoniche. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21.30 e per assistervi il costo del biglietto è di 8 euro, ridotto 5 euro. Per maggiori informazioni sulla rassegna è possibile contattare la Fondazione The Bass Group chiamando il numero 091.6166555.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE