STORIA E TRADIZIONI

HomeMagazineCulturaStoria e tradizioni

Meteoriti caduti in Sicilia e dove trovarli: un frammento è addirittura al British Museum

In Italia finora sono stati riconosciuti 38 meteoriti. La più grande tra quelle siciliane è passata alla storia col nome di meteorite di Girgenti ed è classificata come una condrite L6 venata

Elio Di Bella
Docente e giornalista
  • 20 giugno 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Meteorite di Girgenti

Il 10 febbraio 1853, durante un temporale, apparve improvvisamente nel cielo di Agrigento (allora chiamata Girgenti) una luce brillante, accompagnata da un forte boato, come un'esplosione.

Fu vista una striscia nel cielo che concludeva la sua corsa vicino alla fattoria di proprietà del sig. Gaspare Lo Giudice. Il fatto venne avvistato e allarmò diversi agricoltori della stessa fattoria, i quali si recarono sul posto ove videro cadere qualcosa e trovarono una pietra più grande e altri frammenti. Li portarono al signore Lo Giudice.

Il masso più grande pesava otto chilogrammi. Due anni dopo, il prof. Gemmellaro dell’Università di Catania, avendo saputo del meteorite di Girgenti si recò sul posto e trovò altri frammenti che portò con sé a Catania. Uno di questo esemplari venne donato dal Gemmellaro allo studioso inglese R. P. Greg che successivamente venne donato al British Museum dove ancora oggi si trova.

Lo stesso Greg in un articolo scrive che la pietra esposta in tale museo “è una porzione di un esemplare donatomi quando ero in Sicilia nell'anno 1855, dal professor Gemmellaro di Catania. L'esemplare nella sua collezione era anche un frammento, del peso probabilmente di circa 2 libbre, e molto ricoperta di crosta; questo meteorite cadde il 10 febbraio 1853; il suo peso specifico è 3,76 e ricorda quasi esattamente le pietre meteoriche di Bachmut, New Concord, Château-Renard. Io non ho visto alcun resoconto pubblicato intorno a questa pietra; ma, se non ricordo male, il professor Gemmellaro mi informò che era stato stampato un resoconto su una rivista scientifica siciliana”.



Il signore Gaspare Lo Giudice diede ad un suo amico, Salvatore Bonafede studioso amatoriale di rocce e minerali, due pietre, quelle che avevano trovato i suoi contadini. Alla morte di quest’ultimo nel 1909, il nipote Giuseppe Bonafede, residente a Palermo, ereditò le due pietre. La più grande, del peso di poco più di otto chili, è passata alla storia col nome di meteorite di Girgenti ed è classificata come una condrite L6 venata. In qualche modo è finita negli Stati Uniti: fa parte infatti della collezione dello Smithsonian Institution, Washington, DC.

In Italia finora sono stati riconosciuti 38 meteoriti. L’elenco lo troviamo nel Meteoritical Bulletin Database. Ben 31 su 38 sono stati visti cadere! La massa totale dei meteoriti italiani è di circa 394 kg. Il meteorite siciliano più pesante è quello caduto ad Agrigento. La Sicilia è anche protagonista del primato del più piccolo meteorite italiano, di 12 g, caduto a Patti (meteorite metallica).

In Sicilia sono quattro i meteoriti caduti negli ultimi due secoli, secondo i dati ufficiali. Oltre quello di Girgenti, abbiamo quello caduto intorno alle ore 13:00 di sabato 16 Luglio 1955, vicino Camarò, un villaggio a circa 3 chilometri a ovest di Messina; quello caduto a Mineo (CT) il 3 maggio 1826; infine quello che è caduto a Patti nel 1969.

Il 16 Luglio 1955, vicino Camarò, un villaggio a circa 3 chilometri a ovest di Messina, Un uomo, da casa, udì un tonfo immediatamente seguito da un boato; uscito notò nell'area intorno alla sua casa che una bassa pila di rocce spaccate, preparate per alcune riparazioni stradali, era stata colpita da una pietra di color nero delle dimensioni di un ananas. La pietra fu trovata divisa in tre frammenti maggiori a lato di altri molto più piccoli. Fu avvistata anche da due giovani che lavoravano sui pendii di un bosco di pini a circa 2 km dal punto d'impatto. Dissero di avere notato "al di sopra degli alberi" - guardando in cielo - "una palla di fuoco apparentemente sospesa in aria, ma rapidamente crescente in dimensioni - probabilmente si trovavano in linea con la meteora - "finché si resero conto che era caduta”.

Questo meteorite messinese, recuperato e pesato, era di 2025 grammi, altri 2 frammenti pesano 338 e 42 grammi. Uno fu spedito al Dipartimento di Scienze Minerarie allo Smithsonian Institute a Washington. La massa maggiore del meteorite di Messina è di gr.1972 e si trova al British Museum di Londra. Nessun pezzo è conservato in Italia.
Il 3 maggio 1826 un oggetto luminoso è caduto nei pressi di una fattoria (Podere Fontanelli), a Mineo, (CT), dopo un forte boato e ha creato un cratere. La quasi totalità della massa originaria di frammenti è scomparsa da tempo (gli unici 42 grammi ancora disponibili nel mondo fanno parte della collezione Meteorite del Dipartimento di Fisica).

Un meteorite è caduto a Patti nel 1922. È un meteorite di ferro. Purtroppo ha ricevuto pochissima attenzione nella letteratura meteoritica. Si tratta del più piccolo di tutti i meteoriti di ferro osservati in Italia.
Il meteorite di Patti è uno dei sette meteoriti di ferro che sono classificate semplicemente come "ferri" nel "Database del bollettino meteorologico". Molti sono molto piccoli o addirittura sono andati perduti. Si conserva presso l'Università degli studi di Perugia.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE