INIZIATIVE

HomeMagazineTerritorio

Portico Aid "Aldo" Abdellah: Palermo intitola al clochard il suo ultimo giaciglio all'aperto

Prenderà il nome del suo inquilino più gentile una parte del portico di piazzale Ungheria a Palermo: il clochard ucciso da un ragazzino per soldi nella memoria della città

Balarm
La redazione
  • 20 dicembre 2018

L'affissione sotto i portici di piazzale Ungheria a Palermo

Abbiamo raccontato qui la storia di Aldo, clochard e poeta francese picchiato a sangue, fino alla morte, mente dormiva.

A ucciderlo un ragazzino che ha agito per soldi: voleva rubare ciò che l'uomo aveva in tasca, 25 miseri euro, come lui stesso ha confessato.

Un cartello, un foglio bianco nell'attesa della targa ufficiale, è stato affisso nella mattina di giovedì 20 dicembre e recita "Portico Aid Aldo Abdellah. Martire per l'amore e la libertà".

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha affermato «questa tragica morte ha suscitato grande emozione in città, così come tante manifestazioni di affetto. Ricordarlo e ricordarne la semplicità, la dignità e la delicatezza con cui ha vissuto a Palermo ci sembra un atto doveroso, che sono certo sara' condiviso da tanti».

Intanto continuano a fermarsi diversi passanti. Alcuni sistemano il foglio aggiungendo nastro adesivo per evitare che caschi, altri aggiungono poesie e fiori al piccolo monumento a una vita gentile.

Per i funerali non è stata ancora decisa una data, perché essendo cittadino straniero sono state sollecitate le autorità francesi e si aspetta che si rintraccino dei possibili parenti per capire se desiderano che la salma torni in patria.

Qualora nessuno ne faccia richiesta il clocherd verrà seppellito a Palermo dove si è già fatto avanti un imprenditore del settore che ha dichiarato di volersi fare carico dell'intera spesa per il funerale. Un ulteriore gesto di solidarietà che dimostra che Aldo era molto ben voluto in città.

articoli recenti