ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

Tra vicoli e viuzze incontri il suo gioiello verde: il borgo che ti incanta a pochi passi da Palermo

Con questo video vi portiamo in un paesino del Palermitano immerso nella natura incontaminata, fra querce e castagni. Un luogo tutto da scoprire anche per la sua storia

Balarm
La redazione
  • 6 novembre 2022

Per visualizzare questo video, dai il tuo consenso all'uso dei cookie dei provider video.
Nel meraviglioso scenario naturale del bosco di Ficuzza, alle pendici di Rocca Busambra, sorge un delizioso borgo immerso nel verde. Con questo nuovo video di Carmelo Di Salvo realizzato con il drone, vi portiamo a Mezzojuso, un piccolo paese dell’entroterra palermitano.

Per il visitatore è un vero piacere perdersi tra le vie del centro storico e farsi incantare dal verde che circonda la cittadina, che custodisce un gioiello naturale: il meraviglioso castagneto. Querceti, castagneti, uliveti e vigneti assumono qui una varietà di toni che raggiunge il culmine a maggio per le intense fioriture.

Come racconta il videomaker, la storia di Mezzojuso è molto antica ed inizia con la fondazione del casale arabo "Manzil Yusuf" , che vedrà una svolta definitiva intorno alla metà del XV secolo, quando il territorio verrà ripopolato con l'esodo delle popolazioni balcaniche a causa dell'avanzata turca. Gli albanesi ottennero dal Viceré terre e possedimenti, riuscendo così a fondare diverse colonie.
Adv
Anche se oggi in paese non si parla più la lingua madre, l'identità etnica è percepibile nella diversità liturgica dei due riti, quello latino e quello greco. Tante sono le chiese del paese, tra queste la latina Matrice dell'Annunziata, del XVI secolo, nel cui interno si trovano statue lignee e tele di pregevole fattura.

La greca Matrice di San Nicolo di Mira, le cui strutture attuali ad aula unica risalgono alla metà del XVII secolo, custodisce invece alcune preziose icone bizantine. Ma è la chiesa di Santa Maria di tutte le Grazie e l'annesso monastero basiliano che offrono al visitatore la più completa iconostasi della Sicilia e una ricchissima biblioteca con rari codici greci, miniature e pregevoli cinquecentine.

Fra le rappresentazioni di piazza, una delle più singolari della Sicilia è sicuramente il "Mastro di campo" di Mezzojuso. Si tratta di una pantomima carnevalesca ottocentesca, una farsa teatrale con novanta attori spontanei in costume che per certi versi ricorda quella siciliana dell'opera di pupi.

Il protagonista è il "Mastro di campo", un cavaliere mascherato che decide di attaccare un castello perché innamorato della regina. Prima della battaglia, buffi "ingegneri" misurano la piazza con enormi compassi per decidere la strategia da adottare. Poi, avviene un po' di tutto: dall'irruzione del "diavolo pecoraio" all'arrivo delle forze alleate con Giuseppe Garibaldi e i suoi "picciotti" in giubba rossa che si cimenteranno in un inverosimile scontro con le guardie saracene.

Insomma, Mezzojuso è un borgo che merita di essere conosciuto per le sue tradizioni, storia e bellezze naturali. Nel video vi diamo un piccolo assaggio. Buona visione.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

I VIDEO PIÙ VISTI