CURIOSITÀ

HomeMagazineLifestyleCuriosità

Un mix di hot dog e rum: nello spazio c'è un inconfondibile "ciavuru ri arrostuta"

Passeggiando nello spazio sembra di essere in una taverna spaziale. La rivelazione arriva da alcuni astronauti in missione sulla Iss: lo studio pubblicato su Focus

  • 16 maggio 2020

Sembra incredibile, anzi quasi assurdo, ma sembra proprio sia del tutto vero: fonti autorevoli rivelano al mondo che nello spazio c’è odore di "arrostuta".

E chi lo avrebbe mai detto che volteggiando per l’atmosfera spaziale il profumo che percepiscono gli astronauti in missione è proprio quello della carne che arde su una griglia? Un mix olfattivo tra hot dog e rum per la precisione (alternato anche aun pizzico di sentore di gomma bruciata), un pò come se ci si ritrovasse nelle peggiori taverne spaziali.

A rivelarlo è un articolo uscito sulla rivista Focus, il celebre mensile di approfondimento su tematiche di scienze, natura, ambiente e attualità. Secondo quanto riportato dal magazine internazionale «alcuni astronauti in missione sulla Iss, hanno riferito di aver sentito, dopo le passeggiate spaziali, puzza di carne alla griglia o di bruciato».

Una rivelazione inaspettata ma secondo alcune tesi scientifiche, u ciavuru ri arrostuta sarebbe da imputare ad alcune molecole specifiche, i cosiddetti idrocarburi policiclici aromatici (o Ipa), che si posano e rimangono impresse sulle tute degli astronauti in missione spaziale.

Continuando a scorrere l'articolo, si legge che: «Gli Ipa sono rilasciati dalle stelle morenti, vagano nello spazio per finire anche nelle comete, nei meteoriti e nelle polveri interstellari. Sulla Terra queste sostanze sono responsabili dell’odore della carne alla griglia, del bitume e dei fumi dei derivati di carbone e petrolio».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE