IMPRENDITORIA

HomeMagazineLifestyle

Una nuova opportunità arriva dalla Sicilia: piatti e bicchieri monouso compostabili

Bibo Italia S.p.A., azienda leader nella produzione di stoviglie monouso in plastica, da sempre attenta all'impatto ambientale, ha investito nella ricerca di nuovi materiali

Balarm
La redazione
  • 16 aprile 2019

In Sicilia in tanti ambiti c'è aria di svecchiamento e di rinnovamento, i siciliani da qualche tempo hanno preso consapevolezza della bellezza che li circonda e forti di questa hanno dato vita a tante belle imprese più o meno piccole, più o meno famose, ma comunque interessanti, ingegnose e cariche di una nuova coscienza comune.

Una, tra le tante aziende, che ha deciso di rinnovare e di investire nella ricerca è Bibo Italia S.p.A., azienda leader da oltre cinquant'anni nella produzione di stoviglie monouso in plastica, da sempre attenta all'impatto ambientale, ha lanciato sul mercato Natural Bibo la nuova gamma di prodotti eco-compatibili (biodegrabili e compostabili) in un assortimento dedicato al consumo domestico. Tutti i prodotti della linea Natural Bibo sono certificati secondo la normativa europea EN-13432 e possono essere smaltiti nell’umido insieme alla raccolta dell’organico.

Ogni materiale è stato scelto accuratamente per garantire i risultati migliori in termini di funzionalità e prestazioni. I piatti in polpa di cellulosa sono prodotti con una materia prima derivante da risorse rinnovabili annualmente: dal gambo della canna da zucchero, al termine del processo di produzione delle zucchero, si ottiene una fibra che viene lavorata sino ad ottenere la polpa di cellulosa utilizzata per la produzione dei piatti e quindi nessun albero viene tagliato.

I bicchieri per bevande fredde sono in PLA, una materia prima ottenuta attraverso il processo di fermentazione dello zucchero contenuto per esempio nel mais. I bicchieri in cartoncino per bevande calde hanno il rivestimento interno, che serve per renderli impermeabili ai liquidi, a base di PLA mentre il cartoncino è certificato PFEC, a garanzia della provenienza della materia prima derivante da foreste gestite secondo i criteri di eco-sostenibilità. Infine le posate sono prodotte con un biopolimero, per la maggior parte derivante da fonti rinnovabili non utilizzate a scopo alimentare.

L’impegno di Bibo Italia non si ferma qui. Da qualche anno ha deciso di investire nella ricerca di un nuovo biopolimero compostabile di bioderivazione capace di replicare le proprietà e la funzionalità dei prodotti in plastica tradizionale. L’attività procede a ritmi sostenuti e presto ci saranno nuove e interessanti opportunità.

C'è da dire che, Bibo Italia S.p.A. e Diesse hanno sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti dell'ambiente, attraverso l’utilizzo massivo di fonti di energia rinnovabili e investimenti per ridurre i consumi energetici. Bibo Italia ha la sua sede amministrativa a Settimo Torinese (TO) e un totale di tre stabilimenti in Italia, mentre a Cinisi è ubicata la sede amministrativa e produttiva di Diesse. Il gruppo nel complesso impiega circa 200 dipendenti.

articoli recenti