MOSTRE

HomeEventiMostre

"Corde tese e passi": le più recenti opere di Franco Accursio Gulino in mostra a Palermo

  • Palazzo Belmonte Riso - Palermo
  • Dal 7 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020 (evento concluso)
  • visitabile martedì, mercoledì, domenica dalle 10.00 alle 19.30; giovedì, venerdì, sabato dalle 10.00 alle 23.30. Lunedì chiuso, eccetto i festivi
  • 6 euro (biglietto intero)
  • Per informazioni telefonare al numero 091 587717
Balarm
La redazione

Particolare dell'opera di Franco Accursio Gulino

Attraverso una selezione di opere del 2018 e 2019, la mostra "Corde tese e passi: opere recenti di Franco Accursio Gulino", a cura della Fondazione Orestiadi di Gibellina e allestita negli spazi di Palazzo Belmonte Riso, esplora alcuni dei temi costanti della ricerca dell'artista, mettendone in luce la riflessione sul tema dello spostamento, dell'attraversare luoghi e stati del transito.

La Ferdinandea, l'isola vulcanica emersa nel 1831 nel mare tra Sciacca e Pantelleria e scomparsa subito dopo, i ponti, le barche alate, i cartelloni pubblicitari, le tavole di legno levigate dal mare, i cartoni, la materia caotica e accumulata sono la brama di movimento, la tensione verso approdi sempre diversi e mai scontati.

«Gulino è sempre in cammino, come i profughi di cui racconta i passi - scrive Valentina Di Miceli nel testo di presentazione - , in una transumanza umana ininterrotta che porta alle radici dell’essere umano, transitando attraverso tempi e luoghi, attraverso materiali e tecniche, reinventandosi quotidianamente.



Gulino è un clandestino dell'arte, controcorrente, nessuna moda lo tiene legato ad una cifra stilistica, la sua identità sta nel percorso, nei suoi passi risoluti verso approdi sempre diversi, in definitiva verso la libertà. Gulino è un ponte, tra i contenuti e la materia, tra l'arte e la vita, tra il pensiero e l’immagine. E poi dipinge anche ponti. Ponti solidi o pericolanti, cavi tesi tra la bestia e il superuomo, sopra abissi oscuri, profondi, sempre in bilico verso qualcosa di incerto». 

Franco Accursio Gulino, pittore, scultore, poeta, video-artista, è nato a Sciacca nel 1949. Si abilita all'insegnamento di Storia dell'Arte, Disegno geometrico e architettonico presso l'Università di Palermo. Dopo avere operato a Milano e Ferrara, oggi vive tra Sciacca e Roma.

Il lavoro di Gulino riscuote attenzione e interesse, e al ciclo di opere dedicato all'isola Ferdinandea, nel marzo del 2000, viene dedicata un'intera pagina dell' Herald Tribune; nel 2001 viene realizzato il video Ferdinandea l'isola pensante (regia di Daniele Salvo e Claudio Pappalardo. Co-produzione Comune di Palermo e Fahrenheit 451 Teatro, Torino). Nel ventennio 1970-1990, Gulino riceve importanti riconoscimenti e premi ed è impegnato in numerose mostre personali e collettive.

Del 1997 è la mostra personale a New York dal titolo "Design and Embalmer", presentata da Gioacchino Lanza Tomasi all'Istituto Italiano di Cultura (catalogo Sellerio, testo di Robert Viscusi). L'anno successivo espone le opere della personale presso The Art Gallery at Brooklyn College e presso Allen Priebe Gallery nel Wisconsin.

Nel 1999 viene organizzata a cura di La centrale dell'arte di Roma la mostra personale "In/Out" presso i Cantieri Culturali della Zisa di Palermo. Del 2003 è la mostra personale In medio stat virtus realizzata alla Fondazione Orestiadi di Gibellina. Nel 2004, in occasione del Concerto a dieci voci per l'Europa al Piccolo Teatro di Milano per l'entrata di dieci nuovi paesi nell'Unione Europea, l'artista realizza l'opera Tabularium.

Nel 2007 viene realizzato il Catalogo ragionato delle opere di Gulino dalla casa editrice Millenium di Roma (presentazione di Costanzo Costantini). Nel 2011 viene inaugurata a Nairobi, in Kenia, nell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia, la mostra Camminanti, uno dei temi che hanno caratterizzato costantemente la produzione di Gulino (catalogo Sellerio, testo di Carlo Bertelli).

Sull'artista sono stati realizzati documentari e video, tra cui "Quanti soggetti tu sei?" e "Ritratto d'artista. Franco Accursio Gulino" della regista austriaca Johanna Tschautscher. Quest'ultimo è risultato vincitore del premio International Film Festival on European Art, Art& Film 2006 di Praga.

Le opere di Franco Accursio Gulino sono presentate in rassegne nazionali ed internazionali e sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private.

Palazzo Belmonte Riso

Via Vittorio Emanuele 365 - 90134 Palermo
Vedi mappa

eventi consigliati