VISITE ED ESCURSIONI

HomeEventiVisite Ed Escursioni

Itinerari segreti e inediti (con degustazione): a Palermo le visite serali a Palazzo Steri

  • Palazzo Chiaramonte-Steri - Palermo
  • 24, 25 settembre 2021
    1, 2 ottobre 2021 (evento concluso)
  • Consulta il programma nell'articolo
  • 10 euro (visita + calice di vino), 7 euro (studenti Unipa e under25)
  • La prenotazione è obbligatoria. Biglietti acquistabili online. È richiesto il green pass o tampone negativo
Balarm
La redazione

Dipinto sui muri delle carceri di Palazzo Steri a Palermo

CoopCulture propone un’esperienza straordinaria di fine estate, per svelare al pubblico - in via del tutto eccezionale - i segreti, le vicende e gli ambienti meno noti di un palazzo che racchiude in sé sette secoli di arte e di storia.

Si chiama "Open Steri - Itinerari segreti", l'iniziativa che apre le porte di Palazzo Chiaromonte Steri a Palermo per due week end di visite serali con degustazione.

L’iniziativa offre al pubblico l’opportunità di scegliere tra due diversi itinerari, indipendenti tra loro.

Il primo dei due percorsi proposti da Open Steri - "I Chiaromonte" (due turni, 20.15 e 21.30) è dedicato proprio alla storia dei Chiaromonte e consente, in via straordinaria, di scoprire alcune aree del palazzo che durante il percorso di visita abituale non sono accessibili al pubblico.

Tra queste, la grande Sala delle Capriate, un tempo destinata ad eventi pubblici e di rappresentanza dei Chiaromonte; la trecentesca camera sotterranea "semipogeica", la cui funzione d’origine rimane avvolta dal mistero; e ancora, l'antica cappella gotica di palazzo, dedicata a Sant'Antonio Abate patrono del casato.



L'itinerario di vista è arricchito dal racconto di aneddoti e curiosità sui componenti della famiglia Chiaromonte.

Il secondo percorso - L'inquisizione (due turni, alle 20.30 e alle 21.45) - si concentra invece sui luoghi che furono protagonisti del tribunale dell’Inquisizione spagnola e sugli orrori compiuti al loro interno a partire dal 1600, quando Filippo II di Spagna scelse lo Steri come sede in cui trasferire il Sant’Uffizio di Palermo.

Del tempo rimangono poche tracce. Quando nel 1782 il tribunale viene chiuso, i suoi archivi vengono infatti dati alle fiamme nel tentativo di oscurare gli orrori compiuti. Qualcosa però si salva.

Durante i restauri dei primi anni del Novecento, sotto diversi strati di intonaco riemergono i graffiti realizzati dai prigionieri sulle pareti delle celle: figure, disegni, iscrizioni e versi carichi di angoscia e sofferenza. Una testimonianza storica unica al mondo, segno tangibile di quella che fu la barbarie dell’Inquisizione spagnola in Sicilia.

Una guida accompagna i visitatori in questo percorso emotivo di scoperta, arricchito dal racconto di alcune tra le storie più celebri dei prigionieri, come quella di Suor Gertrude, o quella di Fra' Diego La Matina, che ispirò Leonardo Sciascia per il suo Morte dell'Inquisitore.

Entrambe le esperienze si concluderanno con un calice di vino offerto dalla cantina Planeta presso l'antico Viridarium dello Steri, giardino trecentesco recentemente ripristinato.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE