MANIFESTAZIONI

HomeEventiManifestazioni

La bellezza della diversità e dell'interculturalità: a Palermo si celebra la Giornata Europea delle Lingue

  • UNIPA - Dipartimento di Scienze Umanistiche (Edificio 12), viale delle Scienze - Palermo
  • 26 settembre 2019 (evento concluso)
  • Dalle 10.00
  • Ingresso gratuito
Balarm
La redazione
Un grande evento di respiro internazionale per celebrare le diversità linguistiche in tutta Europa e promuoverne l'apprendimento: come ogni anno il 26 settembre si celebra la Giornata Europea delle Lingue e anche a Palermo sono tanti i centri di studio che partecipano con le proprie risorse e iniziative.

L'appuntamento è nell'Aula Buttitta (Aula Magna) dell'Edificio 12 di viale delle Scienze, sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università degli Studi di Palermo.

La Giornata è aperta a universitari e docenti di lingue. Il dipartimento di Scienze Umane Unipa ha invitato i professori, il Centro Linguistico di Ateneo e tutti i più importanti centri linguistici palermitani per illustrare le attività che di sviluppo delle competenze, le certificazioni internazionali, i viaggi-studio all'estero e per facilitare il networking fra i professionisti del settore linguistico cittadino.

Presente l'International House Language Centre di Palermo con il direttore Marco Faldetta, che quest'anno presenta la metodologia CLIL, in crescita in tutta Italia: considerata una metodologia d'insegnamento d'avanguardia nello studio delle lingue, si concretizza nell’insegnamento di alcune materie curriculari della scuola secondaria in lingua straniera.

International House dal 1975 è centro di esami Cambridge English e IELTS e forma docenti con seminari regolari di metodologia e con il corso CELTA - standard internazionale per la didattica (fra cui proprio CLIL). Da 15 anni, inoltre, organizza corsi di ligua italiana per studenti internazionali che vogliano approcciarsi alla nostra lingua.

Altro grande protagonista della Giornata Europea delle Lingue è l'Instituto Cervantes di Palermo, rappresentato dalla direttrice Beatriz Hernanz Angulo e dalla coordinatrice didattica Rosa María Pérez Bernal.

La professoressa Pérez Bernal presenta una innovativa proposta didattica sull'uso dei "meme" applicato all'insegnamento delle lingue straniere. Il "meme" è ormai un elemento imprescindibile nella comunicazione quotidiana di chiunque utilizzi il web e i social: nello specifico è un'idea, stile o azione che si propaga proprio attraverso Internet sotto forma di immagine, GIF o video spesso per semplice imitazione ma diventando improvvisamente celebre e iperdiffusa a livello anche globale.

Beatriz Hernanz Angulo, dottoressa di ricerca in Filologia Spagnola e con una laurea Magistrale in Pedagogia ed Educazione presso l’Università Complutense di Madrid, mette invece a disposizione tutta la sua esperienza professionale sull'insegnamento universitario, la gestione culturale ed educativa, la critica letteraria e la creazione poetica.

La professoressa Julia Ernst rappresenta invece il Goethe-Zentrum, partner del Goethe Institut di Palermo nonché sede di esami dell'istituto palermitano per la lingua tedesca. La Ernst è protagonista di un focus sulla fonetica tedesca.

Tre importanti ospiti per un altro dei centri linguistici più importanti del capoluogo siciliano: l'Officina di Studi Medievali è rappresentata da Emma Nefzi, Luciana Pepi e Francesco Bonanno.

A Emma Nefzi è affidato un intervento che prende le mosse dall'importanza del rapporto tra lingua e cultura arabe e Sicilia, in particolare con un riferimento al metodo didattico dell'Institut Bourguiba di Tunisi, con cui l'Officina collabora nella organizzazione dei corsi di lingua araba. Si tratta di un metoto nuovo che prevede un approccio stimolante e creativo, capace di creare nello studente un notevole progresso in tempi molto brevi.

Luciana Pepi (icercatore di Storia della Filosofia Medievale presso Unipa, dove insegna Lingua e cultura ebraica e Storia del pensiero ebraico) e Francesco Bonanno (docente di Sacra Scrittura presso la Scuola Teologica di Base di Palermo e docente di lingua e cultura ebraica), invece, presentano i corsi di ebraico biblico dell'Officina, incentrata sull'approfondimento della lettura della Bibbia in lingua ebraica e sullo studio del pensiero ebraico antico e moderno.

L’insegnamento del greco moderno ha una lunga tradizione a Palermo direttamente legata alla storia dell'Isola e della città: in occasione della giornata intervengono il professor Tsolakis, in rappresentanza della Comunità Ellenica Siciliana Trinacria, e il professor Rotolo per parlare del progetto di traduzioni Romiosini intrapreso dalla compianta professoressa Ines Di Salvo.

In occasione della Giornata Europea delle Lingue si possono conoscere da vicino tutte le attività su esperienze e scambi interculturali dell'associazione Intercultura, gestita e amministrata da migliaia di volontari che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. A parlarne sono Arianna Catalano e Pietro La Corte.

Dal 2009 a Palermo si può studiare anche la lingua cinese grazie alle attività e ai corsi del Centro educativo interculturale "Casa Officina": a parlarne è la dottoressa Maura Tripi in "Con altri occhi: il cinese nella scuola per capovolgere lo sguardo sul mondo".

Altro nuovo importante centro per lo studio e l'approfondimento delle lingue è oggi a Palermo la School for Peace che, oltre a proporre i corsi di lingua inglese, rappresenta un importante finestra sul mondo della lungua e della cultura Tamil e sulla danza tradizionale di questo popolo. A rappresentarla per l'occasione è Sharanya Shanmuganathan.

Palermo

UNIPA - Dipartimento di Scienze Umanistiche (Edificio 12)
Vedi mappa

eventi consigliati