LIBRI, FILM E INCONTRI
HomeEventiLibri, Film E Incontri

"Si cunta e si ricunta": Giuseppe Provinzano (a Palazzo Bonocore) legge i cunti di Pitrè

Balarm
La redazione

Giuseppe Provinzano

Fascinazione Pitrè: sono molti a soffrirne, praticamente chiunque si faccia prender per mano dalla narrazione, dalle fiabe, da quel mondo fantastico che procede con regole sue.

Giuseppe Pitrè, molto più di un etnologo, seppe raccontare usi e costumi della Palermo di una volta, anche attraverso cunti, storielle, filastrocche, abitudini di quartiere.

Il prossimo appuntamento di UN//plugged a Palazzo Bonocore è fissato per giovedì 22 febbraio, alle 19.00. 

Giuseppe Provinzano e Petra Trombini dal 2020 portano avanti una ricerca trasversale attorno all’opera di Giuseppe Pitrè; per questa performance multidisciplinare affronteranno storie e novelle, cunti e canti, giochi di strada e danze, ricette e segni non verbali.

"Si cunta e si ricunta" quindi, morceaux e alcuni cunti inediti che Provinzano cucirà sul live painting digitale di Petra Trombini.

La rassegna UN//plugged che CoopCulture ha costruito con Genìa, continua giovedì 29 febbraio con Simona Sciarabba: ne "Le Voci di Antigone", l’attrice riscrive la tragedia di Sofocle interagendo con i testi che Anouilh, Brecht e Valeria Parrella hanno dedicato alla ribelle classica che combatte la legge degli uomini in nome della “pietas” morale.
Adv
Il 6 marzo tocca a "5 discorsiXdistruggereMe" di Margherita Ortolani e il 16 marzo si chiude con Tea Bruno e il suo “Sipario”, gioco da tavolo d’improvvisazione teatrale.

Palazzo Bonocore ospita Palermo Felicissima, la prima mostra interattiva ideata e curata da Odd Agency, dedicata alla città tra fine Ottocento e inizio Novecento.

Tra tecnologie avanzate e installazioni immersive, il visitatore interagisce con un grande archivio di informazioni, per scoprire luoghi, persone, eventi, architetture organizzate in un racconto coordinato: le mostre, i libri, gli arredi, i documenti, le strutture architettoniche, i luoghi, tanti capitoli alla ricerca di un’unica direttrice narrativa.

Visioni, installazioni, postazioni, light books, proiezioni, realtà virtuale e intelligenza artificiale, seguendo una precisa timeline storica che mette in rapporto Palermo con il resto d’Europa.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE